« Settembre 2008 | Main | Novembre 2008 »

24.10.08

Over the rainbow Spartito per le classi 3 A-B-C

Over the rainbow H. Harlen.jpg

Download file

Musica di H. Harlen
Scaricare lo spartito, scaricare la base musicale in mp3, da questo sito, suonare Over the rainbow sulla base.
Attenzione al SI b e all'intervallo di ottava fa-Fa iniziale.
Buon lavoro!
Prof.ssa Mazzola

16.10.08

Adiemus di K. Jenkins video Enya

Adiemus
del compositore gallese Karl Jenkins, presente nel primo album del suo progetto personale che si chiama proprio Adiemus.



Ariadiamus late ariadiamus da
ari a natus late adua

A-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te la-te-a

Ariadiamus late ariadiamus da
ari a natus late adua

A-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te la-te-a

A-na-ma-na coo-le ra-we
a-na-ma-na coo-le ra
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la...
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la........
ah-ya-doo-ah-eh
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la.....
a-ya-doo-ah-eh...
a-ya doo a-ye
a-ya doo a-ye e….

**** MUS 2
A-na-ma-na coo-le ra-we
a-na-ma-na coo-le ra
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la...
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la........
ah-ya-doo-ah-eh
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la.....
a-ya-doo-ah-eh...
a-ya doo a-ye
a-ya doo a-ye e…
---
a-ri-a-di-a-mus la-te
a-ri-a-di-a-mus da
a-ri-a na-tus la-te a-du-a.

Va-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te la-te-a.

A-na-ma-na coo-le ra-we
a-na-ma-na coo-le ra
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la... (Wa-wi-ade-wa)
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la........
ah-ya-doo-ah-eh
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la.....
a-ya-doo-ah-eh...
a-ya doo a-ye
a-ya doo a-ye e….

ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)

ya----ka--ma me--ah (a-ya-doo-ah-eh...)
ya----ka--ma me--ah (a-ya-doo-ah-eh...)

Adiemus mp3 Karl Jenkins Classi 2A-B 2008-09

flautista.gif<


Download file

Adiemus
del compositore gallese Karl Jenkins, presente nel primo album del suo progetto personale che si chiama proprio Adiemus.



Ariadiamus late ariadiamus da
ari a natus late adua

A-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te la-te-a

Ariadiamus late ariadiamus da
ari a natus late adua

A-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te la-te-a

A-na-ma-na coo-le ra-we
a-na-ma-na coo-le ra
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la...
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la........
ah-ya-doo-ah-eh
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la.....
a-ya-doo-ah-eh...
a-ya doo a-ye
a-ya doo a-ye e….

**** MUS 2
A-na-ma-na coo-le ra-we
a-na-ma-na coo-le ra
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la...
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la........
ah-ya-doo-ah-eh
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la.....
a-ya-doo-ah-eh...
a-ya doo a-ye
a-ya doo a-ye e…
---
a-ri-a-di-a-mus la-te
a-ri-a-di-a-mus da
a-ri-a na-tus la-te a-du-a.

Va-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te
a-ra-va-re tu-e va-te la-te-a.

A-na-ma-na coo-le ra-we
a-na-ma-na coo-le ra
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la... (Wa-wi-ade-wa)
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la........
ah-ya-doo-ah-eh
a-na-ma-na coo-le ra-we a-ka-la.....
a-ya-doo-ah-eh...
a-ya doo a-ye
a-ya doo a-ye e….

ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)
ya-ka-ma ya-ma-ya-ka-ya me-ma (a-ya-doo-ah-eh...)

ya----ka--ma me--ah (a-ya-doo-ah-eh...)
ya----ka--ma me--ah (a-ya-doo-ah-eh...)

Base musicale Over the rainbow mp3 Classi 2A-B e 3A-B-C 2008-09

flautista.gif<

Download file

over the rainbow (H.Harlen)

Somewhere over the rainbow way up high,
there's a land that I heard of once in a lullaby.
Somewhere over the rainbow skies are blue,
and the dreams that you dare to dream
really do come true.
Some day I'll wish upon a star
and wake up where the clouds are far behind me,
Where troubles melt like lemon drops,
away, above the chimney tops,
that's where you'll find me.
Somewhere over the rainbow bluebirds fly,
birds fly over the rainbow,
why then, oh why can't I?
If happy little bluebirds fly
beyond the rainbow,
why, oh, why can't I?
why, oh, why can't I?

Over the rainbow Israel Kamakawiwo'ole per le classi 2 A-B-C

Israel "IZ" Kamakawiwo'ole (Oahu, 20 maggio 1959 – Honolulu, 26 giugno 1997) è stato un cantante e musicista statunitense nativo delle Hawaii. Nato al Kuakini Hospital di Hoau da Henry Kaleialoha Naniwa e Evangeline Leinani Kamakawiwo'ole, ha vissuto nella comunità di Kaimuki, nel sobborgo di Waikīkī dove i suoi genitori si conobbero e si sposarono.

Ha iniziato a suonare con il fratello maggiore Skippy all'età di undici anni, dopo avere ascoltato la musica dei grandi artisti hawaiiani del tempo, come Peter Moon, Palani Vaughn e Don Ho, che frequentavano l'ambiente in cui lavoravano i suoi genitori.

Durante la sua adolescenza, la famiglia si trasferì a Makaha. Lì conobbe Louis "Moon" Kauakahi, Sam Gray e Jerome Koko. Insieme al fratello Skippy formarono i Makaha Sons of Ni'ihau. Dal 1976 fino agli anni Ottanta, la band hawaiana raggiunse la popolarità in seguito a tour nelle Hawaii e negli Stati Uniti continentali, fino a pubblicare dieci album di successo.

Nel 1982 il fratello di Israel, Skippy, morì. Nello stesso anno, Iz sposò l'amica d'infanzia Marlene da cui ha avuto una figlia chiamata Ceslieanne "Wehi".Nel 1990, Iz pubblicò il suo primo album da solista Ka'ano'i che gli permise di vincere il premio per l'Album Contemporaneo dell'Anno e come miglior Cantante dell'Anno assegnatogli dalla Hawai'i Academy of Recording Arts (HARA).

Facing Future fu pubblicato nel 1993. Considerato il suo miglior album, contiene la sua canzone più nota, il medley Somewhere Over the Rainbow/What a Wonderful World, assieme a Hawai'i 78, White Sandy Beach of Hawai'i, Maui Hawaiian Sup'pa Man e Kaulana Kawaihae. Nel 1994 l'HARA lo nominò miglior artista dell'anno.

E Ala E (1995) conteneva le canzoni politiche E Ala E e Kaleohano e in In Dis Life (1996) pubblicò In This Life e Starting All Over Again.

Man mano che la sua carriera proseguiva, Iz divenne noto per le lotte a favore dei diritti hawaiani e come attivista del movimento per l'indipendenza hawaiana, sia per la sua musica (i cui testi, spesso trattavano del problema dell'indipendenza) sia per la sua stessa vita.

Nel 1997, Iz fu di nuovo premiato dalla Hawai'i Academy of Recording Arts al premio annuale Na Hoku Hanohano come Miglior Cantante dell'Anno, Miglior Artista dell'Anno e Album dell'Anno. Iz seguì la cerimonia dalla stanza di un ospedale.

Nell'ultima parte della sua vita Iz patì di una grave forma di obesità arrivando a pesare 340 Kg. Fu più volte ricoverato in ospedale e morì per problemi respiratori alle 12:18 del 26 giugno 1997 all'età di 38 anni. Per tutto il giorno fu mostrata la bandiera hawaiana a mezz'asta. Il suo corpo fu esposto al Capitol Building di Honolulu, dove più di 10.000 persone gli resero omaggio. Le sue ceneri furono sparse nell'oceano a Makua Beach.

Iz è stato soprannominato "Gigante buono" dai suoi ammiratori.
(Bellissima voce - M.R.Mazzola)


04.10.08

Claire de lune di Claude Debussy

Claude Debussy
Studiò presso il Conservatorio di Parigi (1872-84) e vinse il Premio di Roma nel 1884, soggiornandovi tra il 1885 e il 1887. Probabilmente una grande influenza nelle sue composizioni la ebbero le sue visite a Bayreuth (1888, 1889) e l'ascolto di musica di Gamelan di Giava a Parigi nel 1889.

L'influenza di Wagner è evidente nella cantata La damoiselle élue (1888) e nei Cinq poèmes de Baudelaire (1889) mentre altre sue canzoni dello stesso periodo, in particolar modo l'impostazione delle arie scritte sulla base di poemi dell'amico Verlaine (Ariettes oubliées, Trois mélodies, Fêtes galantes) sono in uno stile più capriccioso, come se facessero parte di un quartetto d'archi in Sol minore nello stile di César Franck (1893); in tale opera non solo aveva utilizzato il modo frigio ma anche altri modi ancor meno consueti, in particolare il modo tonale intero, per creare un'armonia oscillante che aveva scoperto attraverso le opere dei contemporanei: Mallarmé nel Prélude à l'après-midi d'un faune, opera per orchestra eseguita per la prima volta nel 1894 e utilizzata poi nel 1912 per la produzione del balletto omonimo di Nižinskij, e Maeterlinck nell'opera Pelléas et Mélisande, scritta in larga misura intorno al 1893-5 sebbene non completata fino al 1902. Queste opere portarono una fluidità nel ritmo ed un colore nuovi per la musica occidentale.

Tra i suoi più importanti lavori per orchestra ricordiamo i tre Notturni (1899), studi caratteristici di armonia e struttura velata ('Nuages'), esuberanti scorciatoie ('Fêtes') e seducenti movimenti completi ('Sirènes'). La mer (1905) ricerca una forma più sinfonica, con un finale che elabora temi dal primo movimento, e attraverso una parte centrale (Jeux de vagues) procede con molta meno immediatezza e con più varietà di sfumature. Le tre Images (1912) sono legate molto più lievemente, e l'opera più ampia, Ibéria è di per sé stessa un trittico, una mescolanza di allusioni vagamente spagnole. Infine, il balletto Jeux (1913) contiene alcune delle più bizzarre armonie e trame in una forma che si muove liberamente al di sopra del suo proprio spazio di unione come motivo musicale. Altri successivi lavori teatrali, inclusi i balletti Khamma (1912) e La boîte à joujoux (1913) e il giallo Le martyre de St. Sébastien (1911, su testo di Gabriele D'Annunzio), non furono totalmente orchestrati da Debussy, anche se St. Sébastien è da ricordare per il sostegno a un'antica atmosfera modale che era altrimenti sfiorata solo in brevi pezzi per piano (ad esempio La cathédrale engloutie).

Debussy scrisse molta musica per pianoforte e i brani più importanti con cui cominciarne l'ascolto sono opere che, alla moda di Verlaine, guardano al decoro rococò con moderni cinismo e perplessità (Suite bergamasque, 1890; Pour le piano, 1901). Il suo primo volume di Images pour piano 1904 - 1905 evoca tonalità che erano raramente state udite in lavori di suoi contemporanei come ad esempio frasi che ricordano lo sciabordio dell'acqua nel primo brano Reflets dans l'eau o come l'omaggio all'influenza di Jean-Philippe Rameau in una lenta e misteriosa danza di corte nel secondo brano Hommage à Rameau. Ma qui, come nei suoi pezzi per orchestra, Debussy cominciò ad associare la sua musica con impressioni visuali dell'Oriente, Spagna, paesaggi, e altro, in una sequenza di messe in scena di brevi brani. Ciò può essere ascoltato nel volume di brani conosciuto come Estampes, composto nel 1903 e che raggruppa brani opportunamente intitolati, ad esempio Pagodes che evoca una sensazione d'Oriente e di magnifiche pagode con le loro solenni torrette. Il secondo brano in Estampes dal titolo La soirée dans Grenade rammenta vividamente un'atmosfera spagnola. Pure nella sua famosa Children's Corner Suite per pianoforte, che scrisse per la sua amata figlia che chiamava Chou-chou, si suggeriscono suggestioni dall'Oriente dovendosi infine notare anche una nuova ondata di influenza jazz nel suo pezzo Golliwogg's Cake-walk, mentre Debussy si diverte alle spalle di Richard Wagner.

L'ultimo volume degli Etudes (1915) similmente interpreta varietà di stili e trame, meramente come esercizi pianistici, e comprende brani che sviluppano all'estremo forme irregolari come anche altri influenzati dai lavori del giovane Igor Stravinsky (presenza anche nella suite En blanc et noir per due pianoforti, 1915). La rarefazione di questi lavori è presente anche nell'ultimo gruppo di musiche, i Trois poèmes de Mallarmé (1913), e nella Sonata per flauto, viola e arpa (1915), nonostante la sonata e i pezzi ad essa simili ricatturino anche il classicismo inquisitivo di Verlaine. Il progettato gruppo di sei sonate è bruscamente interrotto dalla morte del compositore, per un cancro.

Claude Debussy morì a Parigi il 25 marzo del 1918 . Venne sepolto nel Cimitero di Passy.

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Autunno

autunno%201.jpg

Isnello (PA)

Comune della provincia di Palermo a 25 KM da Cefalù. Il suo territorio per l'85% è collocato nel GeoParco delle Madonie. Sorge nella lussureggiane cornice naturale del Parco delle Madonie, adagiato fra le pieghe di una vallata, cui fa da vigile sentinella la possente mole della Montagna Grande e dominato dall'antico castello bizantino.

"...Guardando di là il paese, tornavano ai miei occhi le immagini familiari di un paesetto lucano. Isnello gli assomiglia: per quanto si più grande , meno povero, più pulito... Questo villaggio (e tutti gli altri) non ha avuto finora altra storia che preistorica. Il tempo vi è passato senz'altri avvenimenti che il mutare dei signori feudali... ma esso è (come gli altri) antichissimo e perciò pieno di profonda nobiltà" Carlo Levi, "Le parole sono pietre" Ed. Giulio Einaudi, Torino, 1955


mariarosa.mazzola@istruzione.it

Pizzo Cervi - Isnello - Parco delle Madonie (PA)

Escursione a Pizzo Cervi (Monte dei Cervi 1794 m s.l.m)- case di Mastru Pippinu - Parco delle Madonie - 13 Agosto 2008.
Percorso di grande pregio naturalistico e di splendidi colori. L’area di Piano Cervi è infatti rinomata per le numerose specie di farfalle che ospita.
Immagini del laghetto stagionale (asciutto) di Piano Cervi immerso in una imponente faggeta arricchita da orchidee selvatiche. I fossili visibili nel video, presenti sulle rocce carbonatiche,testimoniano la vita di un mare esistito 200 milioni di anni or sono che oggi è un monte di oltre 1700 m sul livello del mare.Queste montagne sono vive ed è ancora costante il loro fenomeno di crescita di 6 cm. ogni 100 anni. Isnello (PA).
Il video è stato scelto ed embeddato nel sito ufficiale del parco delle Madonie http://www.parcodellemadonie.it/node/111

http://www.parcodellemadonie.it/node/111
mariarosa.mazzola@istruzione.it

03.10.08

Roma bella 2

Musica: stornello romano cantato da Alvaro Amici.

Stasera so tornato, o Roma mia,
perché de te sò troppo innamorato,
ner core avevo la malinconia
vedennote più bella t’ho trovata.

C’è ‘na campagna: è tutta profumata
sull’Appia Antica è pieno de splendore,
chi è poeta fa…’na passeggiata
chi è ‘nnammorato c’è va a far l’amore.

Se fai l’amore ar Pincio co… ’na straniera
la baci mentre in cielo cala er sole,
la strigni e senti l’anima… che è leggera
è il frutto della gioia e dell’amore.

dar Pincio al Colesseo e tutto intorno
San Pietro, San Giovanni , in dò te vai?
De Roma c’è n’è sola…una ar monno,
e chi l’ha vista n’un se scorda mai.

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Tramonto dalle Terme di Sciacca

Musica: F.Schubert: Adagio dal trio in Mi b magg. per violino, violoncello e pianoforte

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Roma bella

Colonna musicale: "Nina, si voi dormite" di Leonardi-Marino 1901 cantata da Gigi Proietti.
Classico della canzone popolare romanesca, vincitrice del concorso canoro di San Giovanni nel 1901; sicuramente è ancora oggi una serenata espressione della migliore tradizione romana.

In sta nottata piena, de dorcezze,
pare che non esisteno dolori,
un venticello spira, ch’è ‘na carezza,
smove le fronne e fa sboccià li fiori.


Nina si voi dormite,
sognate ch' io ve bacio,
che v'addorcisco er sonno,
cantanno adacio adacio.
Profumo de li fiori,
ve confonne,
er canto mio se perde,
fra le fronne.

Nina si cò sto canto io v’ho svegliata,
m’arriccomanno che me perdonate,
l’amore nun se frena, o Nine amate,
chè a vol’è bene no, nun è peccato.

Nina si voi dormite,
sognate ch' io ve bacio,
che v'addorcisco er sonno,
cantanno adacio adacio.
Profumo de li fiori,
ve confonne,
er canto mio se perde,
fra le fronne.

Musica….
Profumo de li fiori,
ve confonne,
er canto mio se perde,
fra le fronne.

Quacella - Abiens Nebrodensis - Parco delle Madonie (PA)

Escursione alla Quacella Parco delle Madonie ( Monte Quacella 1869 m s.l.m.).
17 Agosto 2008. Immagini degli Abiens nebrodensis.
Il Geoparco custodisce esemplari rari di Abiens nebrodensis, arbusti risalenti all'ultima grande glaciazione che, in epoca remota, trovarono in Sicilia una zona ecologica favorevole. Sono stati condotti vari studi per conservare questa specie floristica e mantenerne la purezza genetica; un progetto Life, ha permesso di custodirne i semi.

Il video è stato scelto e embeddato nel sito ufficiale del Parco delle Madonie http://www.parcodellemadonie.it/node/106

http://www.parcodellemadonie.it/node/106
mariarosa.mazzola@istruzione.it

Alba alla Molara

mariarosa.mazzola@istruzione.it