« Dicembre 2008 | Main | Febbraio 2009 »

24.01.09

Gli ottoni classi 3A e 2A

ottoni300.gif

ottoni

Concerto degli ottoni di S. Cecilia del 28 gennaio 2009, ore 11,30 Teatro Studio - Parco della Musica
Classi 2A e 3A Piranesi
Approfondimento:
Classificazione degli strumenti musicali:
aerofoni (ottoni- legni- a serbatoio d'aria...)
cordofoni
membranofoni
idiofoni
elettrofoni

L'organico di una orchestra sinfonica e lirica
L'organico di una orchestra di musica leggera
L'organico di una banda musicale
L'organico di una jazz band
L'organico di un quartetto o quintetto brass
Prof.ssa Mazzola

"IL mondo delle cose senza nome" Classe 1C

"Il mondo delle cose senza nome" per la classe 1C Piranesi
ecco le informazioni relative allo spettacolo che abbiamo visto il 10 ottobre 2008 al Teatro dell'Opera di Roma/Teatro Nazionale

il_mondo_delle_cose_senza_nome_img_spettacolo_oriz.jpg

"Il mondo delle cose senza nome"
Opera trata dall'omonimo libro di Daniela Rossi
adattamento: Anna Rita Chierici

Regia Nello Ciofi
Scene Michele Della Cioppa
Costumi Anna Biagiotti
Coreografia Riccardo Di Cosmo
Disegno luci Patrizio Maggi

Spettacolo di musica, prosa e danza ispirato al libro-denuncia di Daniela Rossi due volte vincitore del Premio Anima
Una voce in scena. Sette danzatori. Note registrate e dal vivo con piano e percussioni. Proiezioni video e l’emozione di una storia intensa, dura, raccontata con diversi linguaggi artistici.
Una voce in scena. Sette danzatori. Musica registrata e dal vivo. Proiezioni video e l’emozione di una storia intensa, dura, raccontata con diversi linguaggi artistici. Ritorna Il mondo delle cose senza nome, spettacolo di note, prosa e ballo tratto dal libro omonimo di Daniela Rossi che ha vinto nel 2005 il Premio Anima, attribuito a opere culturali particolarmente attente alle parti più fragili della società. Il libro è il racconto-confessione di una madre che scopre forme non convenzionali di comunicazione con il figlio avvolto fin dalla nascita in un mondo senza suoni, scontando solitudini e incomprensioni nell’ambiente famigliare e medico: «Più di un anno siamo andati avanti, io e il mondo, prima di scoprire il muro di vetro che ti circondava... Voglio offrirti il futuro tutto intero e non essere io, che per tutta la vita ho preteso libertà, a prenotarti un posto al circolo sordomuti».
Bye, Prof.ssa Mazzola

La Somnambule di F. Hérold Classe 3A

Alla Classe 3A Piranesi:
200px-Ferdinand_Herold_-Lithograph_by_Louis_Dupre.jpg

Ferdinand Hérold

A voi le notizie relative allo spettacolo "La Somnambule" che abbiamo visto all'Opera di Roma/ Teatro Nazionale il 13 novembre 2008:
Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma
Coreografia Jean-Yves Lormeau
Direttore d’orchestra Benedetto Montebello
Scene e costumi Elena Puliti

Balletto in tre atti Libretto di Eugène Scribe e Jean Pierre Aumer
Musica di Ferdinand Hérold

la_somnambule_img_spettacolo_oriz.jpg


Ambientato in un villaggio della Provenza dove la protagonista, presentandosi in camicia da notte nella camera degli ospiti della locanda, è ripudiata pubblicamente dal suo fidanzato, ebbe la sua prima rappresentazione con le coreografie di Pierre Aumer all’Opéra di Parigi il 19 settembre 1827, interpretato da Montessu, Legallois e Feridinand. Il successo del balletto fu talmente clamoroso da spingere Bellini soltanto quattro anni dopo a comporre il suo melodramma in due atti La sonnambula basandosi sullo stesso soggetto.

Ciao, ciao
Prof. ssa Mazzola

Il video dello spettacolo

Flauto, dolce flauto Classe 1A 08-09

5tagli.jpg
Flauti

Agli alunni della classe 1A: elementi di ricerca propedeutici al Concerto del 05 febbaraio 2009 alle ore 10,30, Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli:
- Flauto dolce
- Fisarmonica
- Vincenzo Galilei
- "Dialogo della musica antica et della moderna"
- David Bellugi (flautista)
- Ivano Battiston (fisarmonicista).

mockstee.jpg


Si fa presto a dire “flauto dolce”… ma quanti suoni diversi può trarre questo strumento? Quali
effetti sa creare? Ecco a voi un concerto incentrato sul tema della ʺcontaminazioneʺ musicale,
raccontata, anzi “soffiata” da questo meraviglioso strumento. Prendendo spunto dal ʹDialogo della
musica antica et della modernaʹ scritto nel 1581 da Vincenzo Galilei, padre di Galileo, “Flauto, dolce
flauto” mette a confronto musiche del repertorio antico, etnico e contemporaneo, riproponendole
in una nuova revisione con sonorità e timbri del tutto originali! Suonerete un facile brano a più voci nel finale del concerto insieme ai concertisti! Portare i flauti dolci.

Ci vediamo martedì
Prof.ssa Mazzola

dialogo della musica antica et della moderna di V. Galilei.jpg

Frontespizio del trattato "Dialogo della Musica antica et della moderna"

Vincenzo Galilei
1525?-1591
"I Musici" di Caravaggio
Padre dell'astronomo Galileo, fu teorico musicale e illustre membro dell'Accademia Fiorentina

Vincenzo Galilei (padre del più noto Galileo) nacque a Firenze attorno al 1525. Liutista, compositore e teorico musicale, si stabilì a Pisa verso il 1560, esercitando la professione di insegnante. In quegli anni approfondì la proprie conoscenze studiando con il famoso teorico veneziano Giuseppe Zarlino, con il quale ebbe una divergenza rimasta famosa riguardo al miglior modo di fissare i gradi della scala musicale.

Una decina di anni più tardi, ormai padre di 6 o 7 bimbi tra cui il piccolo Galileo, Vincenzo si trasferì a Firenze, dove la sua fama di musicista attrasse l'attenzione di alcuni nobili cittadini. Egli divenne così un esponente della Camerata Fiorentina, associazione dedicata alle scienze ed alle arti che aveva sede nel Palazzo dei Conti Bardi; questa diede un importante impulso allo sviluppo della musica e della cultura in genere, e un ruolo particolare le è attribuito nel processo di sviluppo del genere operistico.

Tra le opere di Vincenzo Galilei possiamo ricordare il Dialogo della musica antica et della moderna, trattato in cui viene esaltata l'antica semplicità della musica greca, e il Fronimo, in cui sono esposti veri e propri esperimenti su come la tensione delle corde musicali influenzi l'altezza del suono. Si ritiene che l'approccio con cui Vincenzo affrontava i problemi legati alla teoria musicale abbia influenzato il giovane Galileo nelle proprie riflessioni scientifiche, specialmente nel tener conto contemporaneamente degli aspetti teorici e pratici di un determinato fenomeno.

Morì a Firenze nel 1591.

L'Orchestra racconta Prokofiev

Prokofiev.jpg

L'Orchestra racconta Prokofiev per gli alunni delle classi 1B e 2 B Piranesi:
elementi di ricerca propedeutici al Concerto del 4 febbraio 2009, ore 11, Sala S. Cecilia dell'Auditorium Parco della Musica:
- S. Prokofiev
- Concerto n. 1 per violino e orchestra in Re magg. op.19
- Il luogotenente Kije (suite dalle musiche per il film omonimo)
- Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia Roma
- Direttore Carlo Rizzari
- Violinista Carlo Parazzoli
- Auditorium Parco della Musica Roma

L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia al completo vi dedica questa
straordinaria lezione‐concerto su due affascinanti capolavori di Prokofiev: Il Concerto n. 1 per
Violino ed Orchestra in Re Maggiore op. 19 (1° movimento) e la suite dalle musiche per il film Il
Luogotenente Kije. Più di cento strumentisti vi offriranno la loro Arte guidati dal Direttore
d’Orchestra che oltre a dirigere spiegherà come sono fatti i brani e come ascoltarli. Un modo
divertente per entrare nel mondo della musica classica, conoscendone da vicino tutte le sue
affascinanti sfaccettature e un omaggio a Prokofiev, indiscusso pilastro della storia della musica
del Novecento.
Va bene?
Prof.ssa Mazzola

Sergei_Prokofiev_03.jpg

Sergei Prokofiev

pierino e il lupo op 67.jpg

una pagina dell'opera "Pierino e il lupo op.67"


Alcuni momenti del Concerto del 4 febbraio 2009

DSCN0199.JPG

DSCN0200.JPG

DSCN0223.JPG

DSCN0231.JPG


11.01.09

Acts Nemours 2008

IMG_3660.JPG

Neac Download file
Citizenship education at school in Europe Download file
Eacp Download file
Fin ch'han dal vino Download file
G.B.Piranesi- Mazzola Download file
Knowing me, knowing you through our alimentary culture Download file
Resource center Sofia Download file
The headmaster of integration school association number 1 Download file
Rokiskis Juorzas Tubelis gymnasium from Lithuania Download file
Educational councelor Bacau Romania Download file
LLP 2007-2013 Download file
Escola EB 2, 3 do castelo de Maia Download file
Eating in harmony with nature Download file


Nemours 2008 Participants' list

fontainebleau_group.jpg

Participant’ List

Bulgaria:
"Mir" Buzovgrad
Stanka Borisova
Penka Zheleva
Miglena Manolova Gospodinova
Asya Ivanova

Croatia:
Zlata Hrzenjak Srednja strukovna
Danica Crnov
Marija Brinjak

Estonia
Tiiu Kreegipuu

Germany:
Gabriele Litta

Greece :
Anastasia Diktaki

Italy:
Eugenia Tesoro
Gianni Altavilla
Giovanni Altavilla
Enrico Scotto Di Carlo
Antonella Turchi
Ilaria Saturni
Vincenzo Grisostomi Travaglini
Concetta Gentile
Marisa Gaudio
Chiara Amoroso
Eleonora Vastarella
Carlo Davoli
Luigi Polito
Carmela Coppola
Maria Saletta Longobardo
Maria Rosa Mazzola
Santi Albano
Giuseppe Garufi

Lithuania:
Vilma Krasauskaite
Daiva Vaikutiene

Norway:
Ildrid Jørem

Poland:
Barbara Celmerowska
Izabella Wójcik
Danuta Baszczynska
Adam Kubera
Magdalena Brzeska
Agnieszka Wójcik-Grudzińska

Portugal:
Carla Andreia Ferreira
Maria Rosalina Moura

Romania:
Tania Radu
Irina Vladutescu

Slovakia:
Gabriela Stoffanova

Slovenia:
Ivan Janez Domitrovič
Urska Sotler

Spain:
Consuelo Barranquero Ramòn
Juan Alfonso Diaz

Sweden:
Susanna Näslund
Anitha Wikander
Peter Östman
Bengt Anderson Råsunda
Lorentz Persson

Turkey:
Nurullah Kılınç
Resul Babaoğlu

R. Wagner - I Maestri Cantori di Norimberga Classi 3 A,B,C

Richard Wagner Die Meistersinger von Nurnberg Ouverture - Lanciano 1981
Lanciano Young Symphony Orchestra 1981
Direttore Karl Martin
Solo Trumpet Leonardo Maniscalco

Giovanni Bonaventura Viviani Sonata n.1 in Do Magg per Tromba e Organo Classi 2A B C

G.B. Viviani Sonata n. 1 in Do Magg. per Tromba e Organo
I Mov. Andante
Tromba, Leonardo Maniscalco
Organo, Filippo Manci
Basilica S. Maria in Campitelli Roma 9-7-2000

Leonardo Maniscalco was born in Sciacca (Sicily) in 1956. He studied trumpet with Prof. Antonino Bitonto at the Conservatoire in Palermo where he got his Certificate with the best credits.
His career started in 1977, when he first collaborated with the Sicilian Symphony Orchestra where he was declared fit in a competition for second trumpet.
He assumed the role of first trumpet in the Sanremo Symphony Orchestra, following a national audition. He won other auditions in the Orchestra of the Commune Theatre in Bologna, in the Massimo Theatre in Palermo, in the Italian Youth Orchestra in Fiesole, in the Customs Officer Band.
In 1981, he won the competition for second trumpet in the Rome Opera Theatre where he is still doing his main activity.
In 1982 he attended the International Trumpet Seminar held by Prof. Pierre Thibaud in Reggio Emilia.
He played for the fellowing directors: Metha, Sinopoli, Pretre, Patanè, Aronovich, Semkov, Tate, Oren, Muti, Nelson, Santi, Pesko, Fedosseiev, Gelmetti, Gavazzeni, Bartoletti, Lombard, Rostropovich, Rota, Morricone, Ortolani, De Fabritiis,Ziino, Ferro, Ceccato, Freccia, Delmann, Maag, Renzetti, Koenig, and many others.
He was a teacher of trumpet and trombone at the Musical Institute Briccialdi in Terni from 1983 to 1988.
He recorded three arias for trumpet and harp by E. Cortese.
In 1993 he wrote a method for trumpet entitled Sonority and Technique that was published in two volls. by ESARMONIA (www.esarmonia.com) in 2002.
Compatibly with the lyric-symphonic performances at the Opera Theatre in Rome, he has been acting as a soloist and in chamber groups.

Meeting France 2008 Nemours - Fontainebleau - Paris 2008 "All Different, All Unique" 5-9 December 2008


mariarosa.mazzola@istruzione.it

Acts
Friday, December 5
Eugenia Tesoro - What's NEAC

Participants' Introduction:
Nadejda Tsocheva
Stanka Borisova
Asya Ivanova
Danica Crnov - Marija Brinjak
Tiiu Kreegipuu
Anastasia Diktaki
Carlo Davoli
Maria Saletta Longobardo
Maria Rosa Mazzola
Vilma Krasauskaite & Daiva Vaikutiene
Ildrid Jørem
Barbara Celmerowska
Carla Andreia Ferreira
Maria Rosalina Moura
Tania Radu
Irina Vladutescu
Gabriela Stoffanova
Ivan Janez Domitrovič - Urska Sotler
Nurullah Kılınç
Resul Babaoğlu
Saturday, December 6

Best practices:

Healty diet through regional cuisine by Adam Kubera - Szkola Podstawowa nr 113, Łódz (Poland)
European Alimentary Culture Portfolio by Carmela Coppola, IPSAR Luigi de' Medici, Ottaviano (Italy)
It's up to you! - Feel better with healthy food by Anitha Wikander - Sköle skola, Matfors (Sweden)
Knowing, knowing you through our European Alimentary Culture by Consuelo Barranquero Ramòn - C.P. El Castell, Albalat dels Sorells (Spain)
Using art to change eating behaviour patterns by Ildrid Jørem - Lørenskog Videregäende Skole, Strømmen (Norway)
Eating in harmony with nature by Concetta Gentile - I.S.I.S. “A. M. de’ Liguori”, Acerra (Italy)
La cena é pronta: alimentary culture and theatre by Vincenzo Grisostomi Travaglini & Gianni Altavilla

Where is going the European Union: how to cooperate to build new Europe by Luc Fuhrmann

Citizenship Education in the European Schools by Antonella Turchi

Monday, December 8

The communication psychology by Xavier Ecoutin

The white book on the intercultural dialogue by Alain Flouret

Biosphere reserve: preserving natural resources by Guillaume Couturier

Tuesday, December 9

European funds in the field education: Comenius & Grundtvig by Ilaria Saturni

Bibliografhy
Lifelong Learning Programme
Part I - Priorities of the 2007 general all for proposals
Part II - Administrative and financial information
(Final consolidated version of 15/02/2007)
European Commission - Brussels, December 14th 2006
Part I - Part II

Edith Cresson
Teaching and learning - Towards the learning society
White Paper on Education and Training
European Commission - November 1995