Main

26.03.14

Ci siamo trasferiti...

Dopo 7 anni di fedeltà alla piattaforma MT topnav-logo-popup.gif
abbiamo eportato i nostri contenuti su Musica e Tecnologie @ scuola
Continuate a seguirci!
Grazie Movable Type!!
Maria Rosa Mazzola
71638.jpg

19.03.14

Arthur Rubinstein - Piano Concertos

Ludwig van Beethoven - Piano Concerto No. 1, No. 2 and No. 3

29.01.14

Videogalleria delle nostre esperienze didattiche

Gli interrogativi della vita. Video didattico realizzato dagli alunni della Scuola Secondaria di I Grado G. B. Piranesi di Roma in occasione del Giubileo del 2000. Classe IIIA 1998-99. (Video analogico restaurato). ------------------------------------------ La Traviata classe 3B a.s. 2002/03 SMS GB Piranesi Roma - a cura di M.R.Mazzola, O. De Filippis - O. Muccioli. Teatro musicale a ombre cinesi. Orchestra dal vivo (preludio) e arie cantate da R. Scotto, A. Kraus e R. Bruson / Philarmonia Orchestra diretta da R. Muti Londra, Kingsway Hall, luglio 1980. ---------------------------------------------------------------- RAI - geo & geo - 23 settembre 2003 - SMS GB Piranesi Roma Sez. A 2003-04 In battello sul Tevere da Roma a Fiumicino - Città come scuola - SMS GB Piranesi 04 aprile 2004 - Sez A F Prof.sse M.R.Mazzola - G. De Cinti ----------------------------------------------------------------- Bioparco Roma - mostra riciclaggio 24 febbraio 2004. Sez. C 2003-04 SMS GB Piranesi Roma ------------------------------------------------------------------- Parigi 2004 --------------------------------------------------------------------------------- Mostra di sculture e strumenti musicali realizzati con materiali di recupero. Alunni delle sezioni ABC a cura delle Prof.sse M.R.Mazzola e O. De Filippis. Inaugurazione 10 febbraio 2004 alla presenza dell'On. Vittorio Sgarbi. -------------------------------------------------------------------- "Serenata per l'Europa" di M.R.Mazzola - Sez A B C, Gruppo Musicando Insieme e Flauto traverso della SMS GB Piranesi Roma 24 01 04. Progetto Sculture e suoni. Strumenti musicali realizzati con materiali di recupero. ------------------------------------------------------------------- Portofino -------------------------------------------------------------------- Laboratorio Rock 3C 2004 05 SMS GB Piranesi -------------------------------------------------------------------- Purple Haze - Laboratorio Rock - Classe 3C SMS GB Piranesi Roma 2004-05. Progetto Musica è...multiculturalità a cura di M.R.Mazzola e O. De Filippis. ------------------------------------------------------------------------- Adotta un monumento - Fontana dei fiumi Piazza Navona Roma 20 aprile 2006 Sez ABC - Gruppo Musicando Insieme 2005/06 - "IL viaggio di Amadeus" di J. Perez Forte -------------------------------------------------------------------- Roma 2006 - Incontro Internazionale di Progetto Comenius 1.3 RAME - Italia, Grecia, Lituania, Portogallo, Romania. ---------------------------------------------------------------------- Atene 2006 ------------------------------------------------------------------------- Adotta un monumento - Fontana dei fiumi Piazza Navona Roma Saltarello 20 aprile 2007 Sez ABC Gruppo Musicando Insieme -Sbandieratori SMS GB Piranesi Roma --------------------------------------------------------------------- "La leggenda del pianista sull'oceano" Classe 2A 2006/07 SMS GB Piranesi Roma. Tratto da "Novecento" di A. Baricco. Voce recitante Eugenio Allegri. Musica di Ennio Morricone. Ricerca fotografica e fotografie originali degli alunni della classe 2A della SMS GB Piranesi. Regia e montaggio multimediale di M.R.Mazzola. progetto europeo eTwinning "Media e Musica" con il Regno Unito e la Germania. ------------------------------------------------------------------- La scuola con eTwinning. S.M.S. G.B. Piranesi Roma. Referente Prof.ssa Maria Rosa Mazzola. eTwinning è l'iniziativa principale del Programma dellUnione Europea di eLearning. Promuove la collaborazione scolastica in Europa attraverso l'uso delle Tecnologie dellInformazione e della Comunicazione (TIC) fornendo sostegno, strumenti e servizi per facilitare le scuole nella formazione di partenariati a breve e lungo termine in qualsiasi materia scolastica. Si configura come un innovativo rapporto di partenariato pedagogico tra due scuole di due Paesi europei che utilizzi in modo costante le TIC per consentire alle scuole gemellate di creare e gestire un progetto comune, vale a dire unattività didattica innovativa e prolungata nel tempo. Il gemellaggio elettronico assicura alle scuole partecipanti innumerevoli benefici, quali lo scambio di conoscenze, esperienze, buone prassi, nonché il confronto fra i metodi di insegnamento, permettendo un accrescimento culturale, linguistico ed umano dei partecipanti. Offre agli istituti gemellati delle opportunità di ammodernamento e di arricchimento e permette loro di proiettarsi da protagonisti nel contesto europeo, in unEuropa unita, sempre più integrata, multilinguistica e multiculturale. Referente Prof.ssa Maria Rosa Mazzola Precedenti attività in eTwinning: •Coordinamento partenariato Italia/Inghilterra/Germania: Progetto Media e Musica 2006-07 Certificato dall'Unità eTwinning Europea. •Coordinamento partenariato Italia/Portogallo: Progetto Piazza Europa 2007-08. Certificato dall'Unità eTwinning Europea. Docenti M.R.Mazzola- A.M.Pansini. •Coordinamento partenariato Italia/Grecia: Progetto Città dEuropa: Roma- Atene 2008-09.Certificato dall'Unità eTwinning Europea. Docenti M.R.Mazzola- A.M.Pansini. •Partecipazione, in rappresentanza della Regione Lazio, al Seminario interregionale Il contributo di eTwinning all'innovazione di Pistoia 25 e 26 ottobre 2007. •Composizione slogan eTwinning 2007-08. •Composizione jingle eTwinning 2007-08. ---------------------------------------------------------------------- Bordeaux 2007 -------------------------------------------------------------------------- Venezia 2007 -------------------------------------------------------------------------- Lisbona 2007 --------------------------------------------------------------------------- Artinscena Ali di libellula - Musiche e immagini verso il '900 - Backstage - SMS GB Piranesi Roma - Classi terze A B C e gruppo Musicando Insieme 2007-08 SMS GB Piranesi Roma - Opera teatrale ideata e realizzata dai docenti M.R.Mazzola e L. Capodilupo. Musica di scena "I tre musici" di M.R Mazzola. Monologo inedito di L. Capodilupo. Scenografie degli alunni delle classi IIIA, IIIB, IIIC della SMS GB Piranesi Roma. ---------------------------------------------------------------------- Immagini romane dal Gianicolo...e non solo. Fotografia e Montaggio di Maria Rosa Mazzola. "Nina, si voi dormite" di Leonardi-Marino (1901) cantata da Gigi Proietti. In sta nottata piena, de dorcezze, pare che non esisteno dolori, un venticello spira, chè na carezza, smove le fronne e fa sboccià li fiori. Nina si voi dormite, sognate ch' io ve bacio, che v'addorcisco er sonno, cantanno adacio adacio. Profumo de li fiori, ve confonne, er canto mio se perde, fra le fronne. Nina si cò sto canto io vho svegliata, m'arriccomanno che me perdonate, l'amore nun se frena, o Nine amate, chè a volè bene no, nun è peccato. Nina si voi dormite, sognate ch' io ve bacio, che v'addorcisco er sonno, cantanno adacio adacio. Profumo de li fiori, ve confonne, er canto mio se perde, fra le fronne. Profumo de li fiori, ve confonne, er canto mio se perde, fra le fronne. ----------------------------------------------------------------------- Immagini di Roma: Piazza di Spagna...e non solo. Fotografia e Montaggio: Maria Rosa Mazzola. Stornello romano cantato da Alvaro Amici. Stasera so tornato, o Roma mia, perché de te sò troppo innammorato, ner core avevo la malinconia vedennote più bella t'ho trovato. Cè na campagna: è tutta profumata sull'Appia Antica è pieno de splendore, chi è poeta fa 'na passeggiata chi è nnammorato cè va a fà l'amore. Se fai l'amore ar Pincio co 'na straniera la baci mentre in cielo cala er sole, la strigni e senti l'anima che è leggera è il frutto della gioia e dell'amore. Dar Pincio ar Colosseo e tutto intorno San Pietro, San Giovanni, in dò te vai? De Roma cè nè sola una ar monno, e chi l'ha vista nun se scorda mai. ---------------------------------------------------------------------- Praga 2008 ----------------------------------------------------------------------- Vienna 2008 ---------------------------------------------------------------------- Escursione alla Quacella Parco delle Madonie ( Monte Quacella 1869 m s.l.m.). 17 Agosto 2008. Fotografia e Montaggio: Maria Rosa Mazzola. Immagini degli Abiens nebrodensis.Il Geoparco custodisce esemplari rari di Abiens nebrodensis, arbusti risalenti all'ultima grande glaciazione che, in epoca remota, trovarono in Sicilia una zona ecologica favorevole. Sono stati condotti vari studi per conservare questa specie floristica e mantenerne la purezza genetica; un progetto Life, ha permesso di custodirne i semi. Organizzazione escursione Pro loco Isnello (PA). ------------------------------------------------------------------ Escursione a Pizzo Cervi (Monte dei Cervi 1794 m s.l.m)- case di Mastru Pippinu - Parco delle Madonie - 13 Agosto 2008. Fotografia e Montaggio: Maria Rosa Mazzola. Percorso di grande pregio naturalistico e di splendidi colori. Larea di Piano Cervi è infatti rinomata per le numerose specie di farfalle che ospita. Immagini del laghetto stagionale (asciutto) di Piano Cervi immerso in una imponente faggeta arricchita da orchidee selvatiche. I fossili visibili nel video, presenti sulle rocce carbonatiche,testimoniano la vita di un mare esistito 200 milioni di anni or sono che oggi è un monte di oltre 1700 m sul livello del mare.Queste montagne sono vive ed è ancora costante il loro fenomeno di crescita di 6 cm. ogni 100 anni. Organizzazione escursione Pro Loco Isnello (PA). -------------------------------------------------------------------------------- Suggestive immagini autunnali di Georgia Pezou ( Atene) e Maria Rosa Mazzola(Roma). Musica di G. Mahler: Sinf. n.5 Adagietto. Parco delle Madonie (Sicilia), Dolomiti, Monte Livata (Lazio), Olevano Romano (Monti Simbruini Lazio) Pistoia (Toscana) e altro... dedicato agli alunni e alla Prof.ssa A.M.Pansini della S.M.S. G.B.Piranesi di Roma (Italia) e agli alunni del 4o Gymnasio Peristeriou di Atene (Grecia). ------------------------------------------------------------------- Inverno Fotografia e montaggio Maria Rosa Mazzola Musica: Antonio Vivaldi "Inverno" II Mov. da Le quattro stagioni Tromba Leonardo Maniscalco (Live 9 luglio 2000). ... passar al fuoco i dì quieti e contenti, mentre la pioggia fuor bagna ben cento; ... (A. Vivaldi) -------------------------------------------------------------------- Tramonto a Roma giugno 2009 --------------------------------------------------------------------- Friday, December 5 Eugenia Tesoro - What's NEAC Participants' Introduction: Nadejda Tsocheva Stanka Borisova Asya Ivanova Danica Crnov - Marija Brinjak Tiiu Kreegipuu Anastasia Diktaki Carlo Davoli Maria Saletta Longobardo Maria Rosa Mazzola Vilma Krasauskaite & Daiva Vaikutiene Ildrid Jørem Carla Andreia Ferreira Maria Rosalina Moura Tania Radu Irina Vladutescu Gabriela Stoffanova Ivan Janez Domitrovič - Urska Sotler Nurullah Kılınç Resul Babaoğlu Saturday, December 6 Best practices: Healty diet through regional cuisine by Adam Kubera - Szkola Podstawowa nr 113, Łódz (Poland) European Alimentary Culture Portfolio by Carmela Coppola, IPSAR Luigi de' Medici, Ottaviano (Italy) It's up to you! - Feel better with healthy food by Anitha Wikander - Sköle skola, Matfors (Sweden) Knowing, knowing you through our European Alimentary Culture by Consuelo Barranquero Ramòn - C.P. El Castell, Albalat dels Sorells (Spain) Using art to change eating behaviour patterns by Ildrid Jørem - Lørenskog Videregäende Skole, Strømmen (Norway) Eating in harmony with nature by Concetta Gentile - I.S.I.S. A. M. de Liguori, Acerra (Italy) La cena é pronta: alimentary culture and theatre by Vincenzo Grisostomi Travaglini & Gianni Altavilla Where is going the European Union: how to cooperate to build new Europe by Luc Fuhrmann Citizenship Education in the European Schools by Antonella Turchi Monday, December 8 The communication psychology by Xavier Ecoutin The white book on the intercultural dialogue by Alain Flouret Biosphere reserve: preserving natural resources by Guillaume Couturier Tuesday, December 9 European funds in the field education: Comenius & Grundtvig by Ilaria Saturni ------------------------------------------------------------------------- Stoccolma 2009 ---------------------------------------------------------------------- Presentazione Cl@ssi 2.0 S.M.S. G.B.Piranesi Roma Referente Prof.ssa M.R.Mazzola ----------------------------------------------------------------------- Tutorial per l'uso di un software adatto alla gestione video/audio delle immagini. Tutorial destinato all'uso didattico del software. ----------------------------------------------------------------------- Il Parco Naturale Regionale Sirente-Velino occupa una superficie di 50.288 ettari nel cuore dell'Abruzzo, a sud di L'Aquila. Cuore geografico delle montagne d'Abruzzo, il Velino (2.487 m) e il Sirente (2.349 m) offrono a chi ne visita le valli, gli altopiani e le vette tutti i motivi d'interesse dei massicci più elevati dell'Appennino. Pareti rocciose, canyon, circhi glaciali, creste modellate dall'erosione compongono uno spettacolare ambiente di alta montagna. Faggete e praterie d'alta quota, fenomeni carsici e fioriture, la presenza del lupo, dell'aquila, del cervo e del grifone completano il quadro. Il clima rigido - il Velino e il Sirente sono i massicci appenninici più lontani dal mare - rende possibile nel Parco la presenza di piante che vivono di norma in luoghi più freddi. Fino ai 1.000 metri circa, la vegetazione è dominata da querce, e in particolare da roverella. Nel Parco del Sirente-Velino è stata più volte segnalata la presenza dell'orso marsicano. Tra i mammiferi gli si aggiungono il cinghiale, la volpe, il ghiro, la donnola, la martora, il gatto selvatico, la faina, lo scoiattolo, la lepre. Sicuramente presente nell'area protetta è il lupo. Tra i rapaci notturni si possono incontrare il gufo reale, il gufo comune, la civetta. ------------------------------------------------------------------------ Camposcuola Policoro (MT) 23-27 febbraio 2009. Classe 2A S.M.S. G.B.Piranesi Roma. ---------------------------------------------------------------------- Terre verdiane 2010 --------------------------------------------------------------------- Sardegna 2010 3-8 maggio ---------------------------------------------------------------------- Paris Pasqua 2010 ---------------------------------------------------------------------- La Traviata 20 maggio 2010 2B 2C GB Piranesi Roma. Progetto "La scuola all'Opera" in collaborazione con il Teatro dell'Opera di Roma. ---------------------------------------------------------------------- Viva l'italia! Spot di Ludovica Colella a cura di M.R.Mazzola - Scuola Secondaria di I grado G.B.Piranesi Roma - cl@sse 2.0 2A a.s.2010-11. ------------------------------------------------------------------------- Fuochi d'artificio per l'anniversario dei 150 anni dell'Unità d'Italia. Roma Celio 17/03/2011 ore 00.00 -------------------------------------------------------------------------- L'Unità d'Italia è bene rappresentata dalle bellezze urbanistiche dei capoluoghi regionali. Videospot realizzato da Ludovico Marcellini della cl@sse2.0 2A Piranesi Roma - Prof.ssa M.R.Mazzola. progetto 150° aniversario dell'unità d'Italia - La Musica e il sentimento patriottico. --------------------------------------------------------------------------- La maledizione di Macbeth. Curiosa ricostruzione di coincidenze funeste legate all'opera Macbeth. Video realizzato da Sarah Martucci della classe 3A GB Piranesi di Roma. Progetto O Patria mia! La Musica e il sentimento patriottico in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. ------------------------------------------------------------------------------- La Musica, nell'età del Risorgimento, servì alla causa nazionale. Presentazione del sito web O Patria mia! a Musica e il sentimento patriottico www.patriamia.tk - Roma 08 giugno 2011 Salone Teatro G.B.Piranesi. Il sito web, realizzato da 97 alunni delle classi 3A 3B 3C e 2A cl@sse 2.0 della Scuola Secondaria di I grado G.B.Piranesi di Roma, facilitati dalla Prof.ssa Maria Rosa Mazzola, tratta il tema Musica/sentimento patriottico, attraverso l'analisi di opere liriche espressive dei sentimenti patriottici, di canti popolari del risorgimento e canti di lode alla Patria, documenti vari e curiosità. Il sito web è uno strumento e un prodotto didattico URL: www.piranesi150.altervista.org --------------------------------------------------------------------------- Francesco Bajardi ballata in C Minor pianista Carlo Zecchi registrazione del 1926 Francesco Bajardi nacque a Isnello (PA) il 23/4/1867. Fu allievo, a Palermo, del M.° Caracciolo (pianoforte) e del M.° Platania (composizione). A Roma studiò composizione con i M.i De Sanctis e Falchi e pianoforte con il grande M.° Giovanni Sgambati, allievo di Franz Listz. In qualche autorevole recensione si dice che lo stesso Bajardi fu allievo di Listz. Il Bajardi si esibì a Londra nel 1884, vinse il premio Casa musicale F. Boisselot nel 1885 e il premio pianistico Franz Liszt nel 1893. Nel 1894 diede un concerto a Pietroburgo. Partecipò attivamente alla vita musicale romana e italiana del periodo post-unitario insieme ad altri suoi importanti amici, allievi anch'essi del Maestro Sgambat. Francesco Bajardi fu docente di pianoforte al Conservatorio S. Cecilia in Roma e nel 1926 fu componente di una delle dieci commissioni ministeriali incaricate di redigere i programmi di esame di pianoforte e organo insieme a Francesco Cilea, Alfredo Casella, Remigio Renzi, Florestano Rossomandi, Ernesto Consolo e Luigi Ferrari-Trecate. Gli allievi del Bajardi hanno ricordato con affetto e grande dedizione il loro Maestro: Dante Alderighi da Taranto, Mario Bartoccini, Carlo Zecchi il quale giudicò sempre prezioso lo studio con Francesco Bajardi, e che riconosceva in quel suo primo maestro soprattutto una inclinazione poetica. Francesco Bajardi è autore di diverse composizioni per pianoforte solo e per pianoforte e orchestra. Morì a Roma il 17 settembre 1934. La casa natale di Isnello, in Corso Vittorio Emanuele, espone una targa commemorativa dei suoi natali madoniti e la storica Banda Musicale di Isnello è intitolata al suo nome. ----------------------------------------------------------------------------- Le versioni della mezza noce di Annalisa Maniscalco - Giulio Perrone Editore. Booktrailer di Maria Rosa Mazzola Musica "Vento" di Lorenzo Di Toro Metropolitana di una grande città. Un uomo, nell'ora di punta, intreccia le mani contro il petto, poi, di colpo, un rumore secco. Molti passeggeri si voltano. Ma lui, non curandosene, si fruga il palmo della mano e porta alla bocca il gheriglio di una noce. Una ragazza dai pensieri troppo fitti intorno agli occhi non riesce a distogliere lo sguardo. Una donna anziana con un medaglione troppo pesante smette per un istante di desiderare un posto a sedere. E un uomo calcato nel bavero del suo soprabito osserva assorto ogni gesto del bizzarro passeggero. Un'altra noce viene aperta e consumata. Ma, a uno scossone del treno, da quelle mani scivola in terra un mezzo guscio. I tre personaggi seguono quel breve volo, e nel tragitto, i loro occhi di sfuggita si incontrano, prima che la mezza noce inspiegabilmente sparisca. Comincia così la sfida insieme letteraria e filosofica di questo romanzo d'esordio della giovane e promettente Annalisa Maniscalco: raccontare le tre vite, quella della ragazza che voleva essere un'ombra, dell'uomo con l'impermeabile e della donna con la catenina, e intrecciare a questo dettato narrativo anche la vita alternativa che ogni personaggio cuce addosso agli altri personaggi, immaginandola sulla scorta di gesti spiati dalla finestra, di brevi frasi scambiate nello spazio d'attesa tra il rosso e il verde di un semaforo. Un affascinante gioco di specchi, con un ritmo narrativo sempre incalzante, che dimostra come davvero possiamo essere in ogni momento uno, nessuno e centomila a seconda degli occhi che ci guardano e ci inventano. (Tratto da http://giulioperroneditore.it/node/533) http://www.annamaniscalco.altervista.org/ ------------------------------------------------------------------------ video didattico Benvenuti al nord di Mariano A. 2012 G.B.Piranesi Roma ----------------------------------------------------------------------- Report anno II sperimentazione cl@sse 2.0 Scuola Secondaria di I Grado G.B. Piranesi Roma. Cl@sse 2.0 3A Piranesi 2010-11 - Docente referente Prof.ssa M. R. Mazzola. ------------------------------------------------------------------------- La chiave di Sara prodotto dagli alunni della Scuola Secondaria di I Grado G.B.Piranesi Roma ------------------------------------------------------------------------- Alice in Wonderland di Amin V G.B.Piranesi Roma (2010) ------------------------------------------------------------------------ Vasco Rossi di Alessio R. 3H G.B.Piranesi Roma ------------------------------------------------------------------------- Continenti di Amin V. Cl@sse 2.0 3A G.B.Piranesi Roma 2012 ------------------------------------------------------------------------- Le condizioni di vita dal 1800 al 1900 di Sazzad I. cl@sse 2.0 2A G.B.Piranesi Roma (2011) ------------------------------------------------------------------------- Scuola Digitale - Cl@ssi 2.0 - Video di documentazione didattica della Cl@sse 2.0 G. B. Piranesi Roma. Docente referente Maria Rosa Mazzola - Sez. A 2009-12 www.classe20piranesi.altervista.org (Licenza dei genitori degli alunni della cl@sse 2.0 G.B.Piranesi Roma ai sensi dell'art.13 del Decreto Legislativo 196/2003) -------------------------------------------------------------------- Noi, ragazzi della IIIA 2012 è un video realizzato da Giulia T. della cl@sse 2.0 G.B.Piranesi Roma. " Questo video non è per dirvi addio...è per dirvi grazie! [...] Non piangete perchè è finita ma...ridete perchè c'è stata" G.T. (Licenza dei genitori degli alunni della cl@sse 2.0 G.B.Piranesi Roma ai sensi dell'art.13 del Decreto Legislativo 196/2003) -------------------------------------------------------------------------- Friuli Venezia Giulia e Slovenia 2012. Classe 3C G.B.Piranesi 2011-12. Video realizzato da Sara I. -------------------------------------------------------------------------- Bach - Preludio n. 1 Suite n. 1 in Sol maggiore di Alessandro R. Classe 1A G.B.Piranesi Roma 2011-12 Prof.ssa M.R.Mazzola ----------------------------------------------------------------------------- Viaggio nelle Terre verdiane a conclusione del progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. 07 - 10 maggio 2013. ----------------------------------------------------------------------------- I masnadieri di Li Jing Ting - Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. ------------------------------------------------------------------------------------- Giuseppe Verdi/Luisa Miller di Giulia Mosca Proietti - Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. ---------------------------------------------------------------------------------------- Giuseppe Verdi/La battaglia di Legnano di Giuseppe Carbone - Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. ------------------------------------------------------------------------------------- Nel mese di giugno 2012, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), ha chiesto all'Organizzazione della cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) di svolgere un esame indipendente (review) della strategia italiana per l'innovazione digitale dell'istruzione scolastica. L'esame è stato svolto nei giorni 05, 06 e 07 novembre 2012 da un'équipe costituita da membri del segretariato dell'OCSE e da esperti esterni. L'I.C. Via dal Verme di Roma (tre scuole in Italia) è stata scelta per raccontare l'esperienza Scuola digitale-cl@sse 2.0 e Lavagna digitale 2009-12. L'esame della strategia italiana per l'innovazione digitale nell'istruzione scolastica ha l'obiettivo di fornire all'Italia un giudizio sui punti di forza e di criticità delle politiche connesse, e di elaborare suggerimenti per il Piano nazionale di Scuola digitale. Le tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC) sono considerate a livello internazionale un catalizzatore dell'innovazione pedagogica e organizzativa nelle scuole. www.classe20piranesi.altervista.org -----------------------------------------------------------------------

31.10.13

Le Grand Tour en Europe: art, paysage, jardins, créativité innovation

30.10.13

Azione Scuola Digitale - cl@ssi 2.0 all'I.C. dal Verme Roma

07.07.13

Relazione finale Funzione strumentale Tecnologie didattiche e Formazione 2012-13

28.05.13

Progetto "Generazioni connesse" con Save the Children

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), in collaborazione con E.D.I., Telefono Azzurro, Polizia Postale, L'Ass. Difesa del cittadino, Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza e Save the Children, portano avanti, nel biennio 2012 – 2014, il Progetto SIC - Generazioni Connesse, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Safer Internet, e teso a rendere Internet un “luogo” più sicuro per gli utenti più giovani e a promuoverne un uso positivo e consapevole, attraverso attività di formazione e sensibilizzazione di insegnanti, genitori e alunni. logo generazioni connesse.jpg Sono state a tal fine selezionate sei scuole, in ogni regione italiana, sulla base della loro vocazione alla didattica digitale e adesione all’iniziativa e, nel loro interno, un gruppo di insegnanti e di alunni segue un percorso di formazione per poi sensibilizzare, a propria volta, altri colleghi e compagni. La nostra scuola ha aderito all'invito. I docenti sono stati guidati dalla tutor di Save the children Dott.ssa Brunella Greco e si sono incontrati in sei occasioni di laboratorio attivo per mettere in atto metodologie innovative di tecnologie e didattica. Gli studenti PEER della nostra scuola coinvolti attivamente nel progetto Generazioni connesse sono stati quattro alunni di quattro classi prime della scuola secondaria, in collaborazione con Save the Children, hanno preparato un progetto che ha affrontato il tema della privacy on-line. Il progetto dei peer si è svolto attraverso incontri laboratoriali di un'ora nelle classi prime e successivamente nelle classi seconde, in orario antimeridiano. Il tutoraggio è stato gestito dagli alunni (peer to peer) in autogestione alla presenza dei docenti delle classi o con l'accompagnamento della tutor Dott.ssa V. Gambino di Save the Children. Save_the_Children_Logo.png Sintesi dei prodotti multimediali delle classi 1A cl@sse 2.0, 1B e 1C della disciplina MUSICA - tema Le quattro stagioni di A. Vivaldi - Videoascolto sincronizzato. II mov La primavera.jpg Download file La primavera II mov. Classe 1A Cl@sse 2.0 2012-13 LA PRIMAVERA DI VIVALDI 3 mov.jpg Download file La primavera III mov. Classe 1B 2012-13 2 mov INVERNO VIVALDI.jpg Download file Inverno II mov. Classe 1C 2012-13 la primavera di A.Vivaldi I mov.jpg Download file La primavera I Mov. Classe 1A Cl@sse 2.0 2009-10 Videoascolto II mov. La primavera di A. Vivaldi - Cl@sse 2.0 1A 2012-13 I.C. Dal Verme Roma - Prof.ssa M.R.Mazzola Clicca sulla copertina e sfoglia l'ebook II Mov. La Primavera di Antonio Vivaldi della cl@sse 2.0 1A 2012-13 I.C. Via Dal Verme Roma Videoascolto III mov. La primavera di A. Vivaldi - Cl@sse 1B 2012-13 I.C. Dal Verme Roma - Prof.ssa M.R.Mazzola Clicca sulla copertina e sfoglia l'ebook III Mov. La Primavera di Antonio Vivaldi della classe 1B 2012-13 I.C. Via Dal Verme Roma Please Add a Title Clicca sulla copertina e sfoglia l'ebook II Mov. Inverno di Antonio Vivaldi della classe 1C 2012-13 I.C. Via Dal Verme Roma

tag cloud Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore

grazie a tutti.jpg Grazie a tutti per l'ottimo lavoro svolto insieme nel bicentenario verdiano! http://musicascuola.mdl2.com/course/view.php?id=24 Tag cloud Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore Clicca sulla copertina e sfoglia il nostro libro delle tag cloud verdi.jpg verdi 5.jpg verdi 4.jpg verdi2.jpg verdi3.jpg

17.04.13

Suggerimenti per le esercitazioni on line delle prove INVALSI

invalsi-1.jpg Esercitazioni Prove INVALSI Scuola Primaria e Secondaria di I Grado Download file

17.03.13

Progetto Giuseppe Verdi - 1813-2013 - Note d'autore

G Verdi corso.jpg Progetto di approfondimento su Giuseppe Verdi in occasione del bicentenario della nascita. Destinatari alunni della classe 3B 2012-13 dell'I.C. Via Dal Verme Roma, in piattaforma LMS Musica@scuola e-learning di M.R.Mazzola.www.musicascuola.mdl2.com 12103499_GIUSEPPE_VERDI.jpg Giuseppe Verdi nacque a Roncole, vicino a Busseto (nel Ducato di Parma), il 10 ottobre 1813 da una famiglia umile: i suoi genitori lavoravano in una osteria di campagna. 798px-Giuseppe_Verdi_casa_natale.jpg Casa natale di G. Verdi - Le Roncole di Busseto. - Quando era ancora un bambino, un droghiere, grossista di suo padre, Antonio Barezzi, amante della musica e presidente della Filarmonica di Busseto, si accorse che il piccolo Giuseppe aveva un talento particolare per la musica e gli pagò le prime lezioni private affinché questo talento fosse sviluppato. Verdi fece pratica nella chiesa di Busseto, ma venne il momento che il piccolo paese natale si dimostrò troppo stretto, e aiutato dallo stesso Barezzi, decise di presentarsi al Conservatorio di Milano; non riuscì tuttavia a superare l’esame di ammissione (per ironia della sorte, oggi quel conservatorio porta il suo nome). Barezzi antonio.jpg Antonio Barezzi. - Verdi aveva 19 anni; non si dette per vinto e grazie ad una borsa di studio del Monte di Pietà di Busseto, oltre all’aiuto economico di Barezzi, cominciò ad entrare nel mondo della Scala: prima attraverso le lezioni private del cembalista Vincenzo Lavigna, e poi assistendo alle rappresentazioni. Nel 1836 vinse il concorso di maestro di musica del comune di Busseto e lo stesso anno sposò la figlia del suo benefattore, Margherita Barezzi, da cui ebbe due figli: Virginia e Icilio. barezzi.JPG Margherita Barezzi. - Il lavoro sicuro e lo stipendio fisso non soddisfacevano però il sogno milanese di Verdi, che decise di tornare a Milano con la famiglia. Finalmente nel 1840 Verdi riuscì a far rappresentare al Teatro alla Scala la sua prima opera: Oberto Conte di San Bonifacio, che riscosse un discreto successo. Purtroppo cominciò allora un periodo davvero triste e difficile: morirono prima i figli e poi in seguito la moglie Margherita, a cui Verdi era legato da un profondo affetto; proprio allora gli era stata commissionata un’opera comica Un giorno di regno, che, andata in scena, si rivelò un cocente e clamoroso fiasco. Verdi dichiarò che non avrebbe più composto musica; tuttavia una nuova occasione gli si presentò allorché l’impresario della Scala, Bartolomeo Merelli, gli consegnò un libretto dalla storia interessante: era il Nabucco. In pochissimo tempo l’opera fu pronta e fu un trionfo (1842). Il coro del Nabucco ebbe un successo strepitoso e veniva cantato e suonato perfino per le strade. Nel frattempo Verdi aveva conosciuto due donne importantissime nella sua vita: la soprano Giuseppina Strepponi, che sarebbe diventata la sua compagna e poi la sua seconda moglie, e la contessa Clarina Maffei, un’amica carissima grazie alla quale poté entrare nei salotti milanesi. 180px-Peppina.jpg Giuseppina Strepponi. - L’opera successiva al Nabucco, I Lombardi alla Prima Crociata, fu un altro successo, sebbene duramente censurato dal governo austriaco, poiché, insieme al Nabucco, era stato rivisitato in chiave patriottica dagli italiani che volevano la libertà dall’impero asburgico. Dopo Giovanna d’Arco, Verdi si allontanò dalla Scala e da Milano: si recò prima a Parigi e nel 1849 tornò a Busseto insieme a Giuseppina, divenuta ormai la sua compagna. Molte voci girarono su questo rapporto e sulla convivenza dei due, ufficializzata con il matrimonio solo nel 1859. 300px-xix_century_print_piazza_della_scala_milano.jpg Teatro alla Scala di Milano. - In questi anni Verdi scrisse la cosiddetta trilogia popolare: Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata. Nel frattempo fu finalmente pronta la villa di Sant’Agata, a Villanova d’Arda, dove Verdi e la moglie si trasferirono definitivamente: una dimora bellissima circondata da un grande parco, curato da Verdi stesso. agata.jpg Villa S. Agata camera verdi.jpg Camera di G. Verdi a Villa S. Agata camera strepponi.jpg Camera di G. Strepponi a Villa S. Agata famiglia verdi.jpg Famiglia Verdi giardinoverdi.jpg G. Verdi nel parco di Villa S. Agata - Nel 1869, con La forza del destino, Verdi segnò il suo ritorno alla Scala, da cui non si allontanò mai più; strinse inoltre un’intensa amicizia con Teresa Stolz, trasformatasi ben presto in qualcosa di più: il soprano boemo fu la prima e più grande interprete dell’Aida (1872). T Stolz.GIF Teresa Stolz. - Durante la sua attività di musicista e compositore, Verdi trovò anche il tempo di dedicarsi agli altri, di pensare a chi aveva più bisogno: nel 1888 inaugurò un ospedale a Villanova D’Arda, da lui interamente finanziato. ospedale verdi.jpg Ospedale Verdi a Villanova D'Arda. - Nel 1880 comprò il terreno per costruire quella che ancora oggi è la Casa di Riposo per musicisti, terminata nel 1899 (ma finché visse volle tenerla chiusa, perché non voleva essere ringraziato da nessuno!). casa riposo g verdi a milano.jpg Casa di riposo G. Verdi Milano. - Nel 1893, Verdi dette l’addio al teatro con la sua unica opera comica, il Falstaff; quattro anni dopo morì la Strepponi, e Verdi passò gli ultimi anni della sua vita all’Hotel de Milan, dove morì il 27 gennaio 1901. 19 Grand Hotel Et De Milan Lapide In Memoria di G. Verdi_ IMG_2179.jpg Lettere di Giuseppe Verdi Clicca sull'immagine di Giuseppe Verdi e sfoglia il libro che raccoglie alcune lettere scritte da Giuseppe Verdi tra il 1859 e il 1900. Viaggio nelle Terre verdiane a conclusione del progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano, 07 - 10 maggio 2013. I masnadieri di Li Jing Ting - Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. Giuseppe Verdi/Luisa Miller di Giulia Mosca Proietti - Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. Giuseppe Verdi/La battaglia di Legnano di Giuseppe Carbone- Progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore della classe IIIB dell'I. C. Via Dal Verme Roma, in occasione del bicentenario verdiano. album fotografico Giuseppe Verdi.jpg Download file Album fotografico Giuseppe Verdi LA VITA DI GIUSEPPE VERDI ANNO PER ANNO.jpg Download file Giuseppe Verdi cronologia tazza progetto g. Verdi.jpg Il nostro progetto Giuseppe Verdi 1813-2013 - Note d'autore in...tazza! (tag cloud della classe IIIB 2012-13 I. C. Dal Verme Roma - foto di Giulia T.) tazza progetto g. Verdi2.jpg

09.02.13

L'acqua in...musica

Chopin prelude n.15 - "la goccia" - guida all'ascolto di don Giussani Georg Friedrich Händel - Musica sull'acqua Videoascolto suggerito da Emanuele M. classe 2.0 1A 2012-13 I.C. Via dal Verme Roma

21.09.12

Severino Gazzelloni

gazzelloni010.jpg

Severino Gazzelloni

severino gazzelloni 81013.jpg

Firma autografa di Severino Gazzelloni dedicata a Maria Rosa Mazzola nel 1981, in occasione di un concerto solista con l'Orchestra Sinfonica Siciliana a Cefalù (PA).

flautista.gif


Severino Gazzelloni è nato a Roccasecca il 5 gennaio 1919, è stato uno dei primi pionieri della riscoperta moderna in Italia del flauto, strumento che, grazie alla straordinaria figura dell'artista, ha iniziato gradualmente ad ottenere larga e condivisa considerazione in virtù delle sue peculiari caratteristiche di agilità, bellezza del suono e larghe possibilità d'uso nell'impiego solistico, particolare quest'ultimo che Gazzelloni considerava fermamente e in modo duraturo nel tempo.

flautotraverso_1220876_C45I55.gif

Gazzelloni nacque in una modesta famiglia. Figlio di un sarto, Giuseppe, che suonava l'ottavino nella banda del posto, il piccolo Gazzellone (Severino modificò in seguito il cognome paterno), già a sette anni faceva parte della stessa come flautista.
In seguito suonò in diverse bande di svariati luoghi e iniziò gli studi alla Accademia Nazionale di Santa Cecilia aRoma nell'anno 1934, diplomandosi nel 1942 sotto la guida di A. Tassinari. Durante la guerra cominciò la carriera musicale esibendosi nell'orchestra ritmo-sinfonica di A. Semprini e presso il teatro Odescalchi nella compagnia di avanspettacolo di E. Macario. Nel 1944 entrò nell'Orchestra sinfonica della RAI di Roma (allora Orchestra di Radio Roma, diretta da F. Previtali), di cui divenne in seguito primo flauto e con la quale collaborò per un trentennio. La sua carriera come solista iniziò ufficialmente nel 1945 con un'avventurosa tournée a Belgrado, ma in Italia debuttò nel 1947, al Teatro Eliseo di Roma, in un recital con l'arpista A. Soriani. Tramite Maderna Gazzelloni si avvicinò, qualche anno più tardi, alla Neue Musik. Dal 1952 Gazzelloni partecipò agli Internationale Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt, insegnandovi ininterrottamente il flauto dal 1956 al 1966. In quegli anni strinse rapporti professionali con i maggiori esponenti della nuova avanguardia come P. Boulez, K. Stockhausen, L. Nono, F. Donatoni, O. Messiaen, J. Cage, L. Berio e S. Bussotti. Grazie alla vastità del repertorio, che spaziava dalla musica classica a quella leggera e popolare, e all'abilità unanimemente riconosciuta, Severino Gazzelloni arrivò presto ad avere una grandissima fama, sempre accompagnata da un attaccamento alla propria terra, contribuendo ad una vasta diffusione dello strumento sul territorio italiano.
Per la sua bravura e personalità esecutiva fu attribuito a Gazzelloni il soprannome di flauto d'oro, flauto che effettivamente egli usava per esibirsi, circondato alla base da una piccola vera di diamanti, costruito a mano esclusivamente per lui da un artigiano tedesco.
Nel 1969 fondò un trio con Guido Agosti ed Enrico Mainardi.
Nel 1976 tenne una serie di concerti in Italia, alternando brani classici, in duo con il pianista Bruno Canino, a interventi jazzistici con Enrico Intra, pianoforte, Giancarlo Barigozzi, sassofono, Sergio Farina, chitarra, Pino Presti, basso elettrico, Tullio De Piscopo, batteria.
La sequenza per flauto solo di Luciano Berio gli fu dedicata dal compositore imperiese. La sua ultima esibizione venne organizzata per la realizzazione del film di immagine della sartoria Brioni a Palazzo Taverna a Roma, nel 1992. Morirà pochi mesi dopo a Cassino il 21 novembre 1992.
Gazzelloni fu anche un famoso maestro di flauto. Il musicista jazz Eric Dolphy, che gli dedicò un pezzo nel suo capolavoro Out to lunch, e la flautista classica Abbie de Quant sono tra i suoi allevi più famosi. Appare, inoltre, in un breve cameo nel ruolo di sé stesso, nel film "FF.SS."

3_Severino_Gazzelloni_926.jpg

« "E io ho soffiato, soffiato. D'improvviso dalla canna è uscito il suono, e insieme al suono anche il mio cuore che mi premeva in gola, spingeva, quasi mi soffocava, non capivo più niente. C'era solo quel suono che usciva dal flauto e contemporaneamente entrava dentro di me, s'infilava nel mio cervello, nelle ossa, nello stomaco. Quel suono era tutt'uno con me. Da allora è sempre stato così. Ogni volta che dal flauto mi escono le prime note, ritrovo l'emozione e lo stupore del mio fiato che diventa suono, io sono quel suono". »
(Severino Gazzelloni)

220px-Gazzelloni.jpg

Tratto da http://it.wikipedia.org/wiki/Severino_Gazzelloni

10.06.12

Documentazione didattica della Cl@sse 2.0 G. B. Piranesi Roma


Scuola Digitale - Cl@ssi 2.0 - Video di documentazione didattica della Cl@sse 2.0 G. B. Piranesi Roma. Docente referente Maria Rosa Mazzola - Sez. A 2009-12

www.classe20piranesi.altervista.org
(Licenza dei genitori degli alunni della cl@sse 2.0 G.B.Piranesi Roma ai sensi dell’art.13 del Decreto Legislativo 196/2003)

19.05.12

Album di composizioni musicali originali della cl@sse 2.0 3A 2011-12

Album n.1 La notte - Nove composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Sfoglia l'Album n.1 La notte - Nove composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Album n 2 Peonie fiorite - Dodici composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Sfoglia l'Album n 2 Peonie fiorite - Dodici composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Album n.3 Il mare - Dodici composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Sfoglia l'Album n.3 Il mare - Dodici composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Album n.4 Anemoni e ciclamini - Quattordici composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

Sfoglia l'Album n.4 Anemoni e ciclamini - Quattordici composizioni aleatorie degli alunni della cl@sse 2.0 2011-12 G.B.Piranesi di Roma a cura di M. R. Mazzola

21.04.12

Danza delle ore - A. Ponchielli

Tratto da Fantasia (Walt Disney 1940)

Una notte sul monte Calvo - M. Mussorgsky

Tratto dal lungometraggio "Fantasia"

Musica di Modest Mussorgsky

27.11.11

Esercitazione con Audacity n. 1 Cl@sse 2.0 e Informatic@mente 2012

Esercitazioni con Audacity.jpg

Esercitazione n.1

pini di roma2.jpg


Sacrica qui l' esercitazione n.1 con Audacity
Download file

Scarica qui il file mp3 I Pini di Roma di O. Respighi per eseguire l'esercitazione n.1 di Audacity
Download file

Buon lavoro!
Prof.ssa Mazzola

12.11.11

Regole per creare una buona presentazione Cl@sse 2.0 e corso Informatic@mente 2012

Regole per creare una buona presentazione.jpg


Download file Regole per creare una buona presentazione in flash Object

Sfoglia il file Regole per creare una buona presentazione

Regole per creare una buona presentazione di M.R.Mazzola


Download file Regole per creare una buona presentazione in pdf


http://www.scuola-digitale.it/classi-2-0/il-progetto/introduzione-2/

06.11.11

Vademecum per gli insegnanti

30.10.11

Esperienza didattica in blended learning

ESPERIENZA DIDATTICA IN BLENDED LEARNING: progetto in piattaforma Moodle, costruzione collaborativa e pubblicazione sito web www.patriamia.tk

di Maria Rosa Mazzola

LA SOCIETÀ È CAMBIATA

La società è cambiata e continua a mutare rapidamente. Le strutture sociali, l’educazione e la conoscenza, fino a poco tempo fa, si basavano su strutture gerarchiche o lineari; oggi non si può contare su un ordine preciso. Gli individui si trovano di fronte a contesti nuovi, più complessi e sempre più orientati al network. Una delle tante cause di questa evoluzione sociale verso la società interconnessa dipende dal rapido sviluppo e dall'espansione della tecnologia informatica. Oggi è molto più facile, veloce ed economico trovare informazioni tramite gli strumenti telematici rispetto a quanto avveniva un tempo; ma queste informazioni sono anche enormemente aumentate e il filtro che gli utenti possono dare alle informazioni che ricevono è prezioso. La comunicazione tra le persone avviene indipendentemente dal tempo e dallo spazio; le distanze tra culture diverse si sono ridotte. Nella società della rete, l’individuo deve necessariamente ridefinire la propria identità ed essere in grado di agire all’interno della comunità in modalità interattiva e ‘sferica’. In questo nuovo scenario, insegnanti e studenti devono essere preparati al cambiamento di valori e tradizioni basilari.

LA SCUOLA DEVE ADERIRE AL CAMBIAMENTO

L’obiettivo della scuola contemporanea è di fornire agli studenti l’opportunità di preparare le qualifiche necessarie per diventare cittadini attivi, autonomi e responsabili nella società del network. Questo significa ripensare la struttura della scuola come organizzazione dinamica e, nello stesso tempo, rimodellare i ruoli di studenti e docenti e ri-mediare i contenuti dell’istruzione. Le diverse discipline devono essere sviluppate nei loro concetti e contenuti in modo sì tradizionale, ma sperimentando il valore aggiunto che può essere apportato dalle nuove tecnologie. In altre parole, la scuola deve affrontare uno dei grandi temi della cultura contemporanea, ovvero quello della “gestione della conoscenza”. Le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) valorizzano le modalità di comunicazione e di trasmissione della conoscenza e danno una forte spinta a tutti i processi di gestione di conoscenza codificata. Per gestire la cultura di una società i cui elementi caratteristici sono lo scambio veloce d’informazioni, la condivisione delle conoscenze, il network e la collaborazione, la strategia generale della scuola deve basarsi su questi elementi.

RUOLO DEI DOCENTI

È cambiata la società, è fondamentale, dunque, che la professionalità del docente muti in relazione al cambiamento della scuola e dell'incidenza delle ICT nella società. I docenti dovrebbero ridefinire la loro identità, valutando seriamente la possibilità di applicare nuove strategie educative, nuovi modelli metodologici e nuovi strumenti didattici. Nel gennaio 2008 l’Unesco insieme con altri partner ha indicato i parametri per la descrizione delle competenze ICT che devono avere i docenti del terzo millennio: il progetto ICT-CST (Information and Comunication Technology - Competency Standards for Teachers) sottolinea, appunto, il ruolo delle ICT, le riforme educative, lo sviluppo economico. Anche l’UE, con il Trattato di Lisbona (marzo 2000), ha definito uno specifico programma quadro, il 7° PQ, che è il principale strumento finanziario predisposto a incentivare le discipline scientifiche. È stata posta attenzione sullo sviluppo di una ricerca che soddisfi le necessità dell’industria europea, attraverso il lavoro delle piattaforme LMS e delle iniziative tecnologiche congiunte.

E-LEARNING E BLENDED LEARNING

E-LEARNING: COSA VUOL DIRE?

E-learning vuol dire apprendimento elettronico, ovvero attività di formazione ripensata nell'ambito della rete. La rete è una infrastruttura ma è, soprattutto, un modello artificiale della realtà e un ambiente che produce modalità di rappresentazione e organizzazione della conoscenza. La rete con il web 2.0, riduce i confinamenti ed esalta l'apertura della conoscenza nell'ottica di una realtà aumentata. La rete, in più, integra, unisce e collega gli attori del rapporto educativo (insegnante-alunno-comunità), perciò risulta scorretto, oggi, pensare ad e-learning, riduttivamente, come insegnamento a distanza. Risultano semmai a distanza l'apprendimento e l'insegnamento ordinari poiché, per ragioni logistiche e temporali, la maggior parte dei momenti e delle modalità di relazione educativa hanno luogo realmente a distanza e in totale ed irreversibile asincronia.
In e-learning, invece, i momenti e le funzioni dell'apprendimento e dell'insegnamento si integrano, con tempi e modi flessibili e, cosa più importante, con particolare attenzione alle caratteristiche di chi apprende piuttosto che a quelle di chi insegna. Da qui il significato di apprendimento elettronico (e-learning), piuttosto che di insegnamento elettronico (e-teaching).

E-LEARNING: UN NUOVO MODELLO DI RELAZIONE EDUCATIVA

L'e-learning, dunque, centra l'attenzione sull'apprendimento, piuttosto che sull'insegnamento. Inoltre, data la sua collocazione in spazi virtuali raggiungibili da più soggetti contemporaneamente, riesce a collegare e far crescere insieme, nella logica della rete, una comunità di apprendimento che interagisce, collabora e si integra.
Questo approccio metodologico sviluppa l'apprendimento collaborativo piuttosto che l'apprendimento duale o al massimo con il solo gruppo classe, tipico della didattica corrente.
Si sollecita, perciò, un apprendimento della comunità piuttosto che un apprendimento dell'individuo, e si facilita l'interazione di tutti con tutti attraverso la condivisione di un medesimo ambiente di lavoro. Il singolo è messo nella condizione di elaborare e condividere con altri una porzione aperta di conoscenza. Le dinamiche educative non prevedono più che il singolo ascolti solo il docente e parli solo se interrogato, ma sono adatte a facilitare tutti che ascoltano tutti e tutti che parlano con tutti, senza rigide distinzioni di ruoli.

E-LEARNING: PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ E FLESSIBILITÀ

La didattica corrente, centrando l'attenzione sull'azione dell'insegnamento, considera prevalente la pianificazione a priori delle attività educative.
L'e-learning, invece, proprio in considerazione delle variabili dinamiche di apprendimento collaborativo, attribuisce un grande valore alla flessibilità - dei ruoli, dei contenuti, delle azioni, delle attività, dei tempi. La pianificazione didattica, in e-learning, può rimanere tradizionale nella parte concernente le finalità, gli obiettivi da raggiungere e i mezzi dell'azione didattica, ma non può essere che macropensata e alquanto flessibile nell'articolazione dei contenuti, delle dinamiche, dei tempi e, spesso, dei prodotti finali.

E-LEARNING: STORIA E ASPETTI INNOVATIVI NELLA MODERNA PEDAGOGIA

I tentativi di approccio educativo delocalizzato (FAD) non sono recenti. I primi esperimenti di educazione a distanza risalgono al 1837, in Gran Bretagna, ad opera di Isaac Pitman che istituì un corso di stenografia per corrispondenza.
Da quel momento della storia ad ora la formazione a distanza ha registrato una grande trasformazione e una spiccata accelerazione che, attraverso tre generazioni di modelli e cavalcando il progresso tecnologico della società, è pervenuta a noi con innovative connotazioni metodologico-didattiche.
La prima generazione (dalla fine del XIX sec. alla prima metà del XX) è stata caratterizzata da una formazione tradizionale che ha usato la corrispondenza postale.
La seconda generazione (seconda metà del XX sec.) è stata caratterizzata da una formazione distribuita tramite sussidi multimediali e mezzi di comunicazione di massa (radio e televisione).
La terza generazione (dagli anni '80 del XX sec. a oggi) è caratterizzata da una formazione in rete grazie all'uso delle tecnologie telematiche e al web 2.0.
L'aspetto innovativo dell'e-learning è dato, in sintesi, dalla centralità dell' apprendimento nell'azione educativa, dall'apertura, senza confinamenti, della costruzione della conoscenza, dalla capacità di connessione di comunità d'apprendimento in sincronia e asincronia, dalla flessibilità dei ruoli, delle attività e dei tempi, dalla rappresentazione della conoscenza come realtà aumentata rispetto al reale, e infine dal superamento del cognitivismo in favore del costruttivismo.

BLENDED LEARNING

Il blended learning (learning=apprendimento, blended=miscelato), detto anche apprendimento combinato, o formazione mista, oppure formazione integrata, è un sistema didattico utilizzato per corsi formativi che si basa sull’utilizzo complementare di due metodi di insegnamento: quello tradizionale che si svolge in aula, e quello in e-learning.
Il blended learning è, insieme al learning by doing e all’anchored instruction , uno dei principali modelli didattici utilizzati nell’ambito dell’e-learning. Il blended learning rappresenta una soluzione che sta ottenendo un successo rilevante sia in efficacia che in gradimento, ed è una formula didattica specialmente adatta, al momento, ad essere applicata nel lavoro scolastico dei gradi medio-superiori.
Nel blended learning gli strumenti e i momenti dell’insegnamento in presenza e quelli a distanza che utilizzano le nuove tecnologie, si integrano a vicenda in modo continuo: le lezioni frontali, i lavori di gruppo, con le piattaforme e-learning dotate di risorse quali video, forum, chat, tutor on-line, ipertesti, blog, laboratori individuali o di gruppo, messaggi, e-mail, wiki, test, web, immagini, presentazioni, slide show. Il risultato è una compresenza di attività sincrone, asincrone, in presenza e a distanza.
La combinazione di questi vari elementi non è casuale, ma strutturata secondo una strategia precisa volta ad utilizzare al meglio le potenzialità della formazione tradizionale e di quella a distanza, e a coniugare gli aspetti positivi di entrambe le esperienze (costante accessibilità dei materiali didattici ed interazione in presenza).

STRUMENTI TECNOLOGICI E NUOVI MODELLI DIDATTICI: LIM, LEARNING OBJECTS E PIATTAFORME LMS

LIM, learning objects e piattaforme LMS sono strumenti di lavoro che potenziano la didattica integrata con le nuove Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione.

La LIM riassume in sé le potenzialità di altri media ed amplifica la sua efficacia se integrata con altre metodologie, software, tecnologie, come dimostra la considerevole rassegna di Schuck e Kearney dell’University of Technology di Sidney, commissionata dal Department of Education and Training del New South Wales (la più popolosa regione dell’Australia), in cui si analizzano quasi 40 modi di utilizzare la lavagna in ogni ordine di studi, in molteplici modalità, discipline, tipologie di insegnamento. Il tutto in nome dell’interattività, che determina fortemente il senso dell’impiego della LIM e dei suoi software , tanto da poter individuare almeno quattro gradi crescenti che corrispondono a quattro diverse tipologie di apprendimento/insegnamento:
• trasmettere: leggere/ascoltare/vedere in grande;
• partecipare e modificare: miscelare la scrittura e il disegno digitale e il manuale;
• costruire e condividere: manipolare, assemblare e gestire file in presenza;
• documentare: registrare lezioni, compiti, test, performances musicali, video e altro creando un repository di materiali fruibili nel tempo.

I learning objects sono “blocchi didattici”, autonomi tra loro e indipendenti dal contesto, che possono essere assemblati in ogni momento, in base alle esigenze del discente.
Il learning object deve avere le caratteristiche precise di facilità di fruizione, breve durata ed esaustività di contenuti. Il L. O. deve contenere, dunque, l'obiettivo d'apprendimento, il contenuto didattico, l'esercitazione e il test di valutazione. I contenuti didattici devono, inoltre, risultare riusabili e componibili. Il file deve essere poco pesante per risultare facilmente trasmissibile in rete.

Le piattaforme e-learning LMS, cioè Learning Management System (letteralmente: sistemi di gestione dell’apprendimento) sono invece delle strutture disponibili in rete che contengono una serie di potenti supporti e strumenti utili alla didattica: lezioni, wiki, database, glossari, test, forum, chat, calendario, news, risorse varie come video, SCORM, pagine web, ecc, valutazioni, report. Questo strumento favorisce il lavoro delle e-learning communities in connotazione dichiaratamente formativa. Il concetto del cooperative learning è alla base di questa modalità formativa e le piattaforme dispongono di strumenti di cooperazione per cui i materiali prodotti dagli utenti vengono condivisi da tutta la comunità per la comune crescita. Il tutor, presente in piattaforma, ha la funzione di stimolo alla comune partecipazione e di sollecitazione anche alla condivisione di materiali prodotti dagli utenti stessi.

Continue reading "Esperienza didattica in blended learning" »

22.10.11

Gli interrogativi della vita (1999)

Gli interrogativi della vita.
Video-progetto didattico realizzato dagli alunni della Classe IIIA della Scuola Secondaria di I Grado G. B. Piranesi di Roma in occasione di un concorso della Diocesi di Roma per il Giubileo del 2000. Anno scolastico 1998-99.
Testo, fotografia, montaggio e regia della Prof.ssa Maria Rosa Mazzola.

gli interrogativi della vita cop g014.jpg

Video didattico analogico del 1999, convertito in digitale.
(Altri tempi tecnologici! Maggiori difficoltà di realizzazione con i nostri sistemi artigianali e senza software sofisticati).

Continue reading "Gli interrogativi della vita (1999)" »

10.08.11

Booktrailer Le versioni della mezza noce


Le versioni della mezza noce di Annalisa Maniscalco
Giulio Perrone Editore

Booktrailer di Maria Rosa.Mazzola
Colonna sonora "Vento" di Lorenzo Di Toro eseguita dall'autore.

Continue reading "Booktrailer Le versioni della mezza noce" »

19.06.11

Paris Pâques 2010

mariarosa.mazzola@istruzione.it

16.06.11

Lo spettacolo della Natura...eclissi di luna del 15 giugno 2011

L'eclissi di Luna del 15 giugno 2011 vista dall'INAF-Osservatorio astronomico di Capodimonte (NA).

Uno spettacolo naturale meraviglioso...

Continue reading "Lo spettacolo della Natura...eclissi di luna del 15 giugno 2011" »

31.05.11

Seminario regionale Progetto GOLD - Tra didattica e nuovi linguaggi. Documentare per la scuola con il sistema Gold - Roma 27 maggio 2011

Seminario GOLD 27 maggio 2011.JPG

Roma - Aula Magna Istituto Comprensivo Regina Elena - 27 maggio 2011

Che cosa è GOLD

GOLD è la banca dati Internet delle esperienze più innovative ed interessanti realizzate nelle scuole italiane di ogni ordine e grado.

GOLD perché

Scopo di GOLD è diffondere a beneficio di tutti il patrimonio di ‘conoscenza didattica’ prodotto dalle scuole - idee e strumenti realizzati in situazione ma trasferibili in contesti diversi.

GOLD per chi

"Dalla scuola per la scuola": gli insegnanti alle prese con un problema didattico possono trovare in GOLD un aiuto a cui ricorrere. Consultando le banche dati GOLD regionali e nazionale, non solo entreranno in contatto con concrete situazioni simili alla loro, ma potranno usufruire di strumenti collaudati per risolvere il loro specifico problema.

GOLD come

Tutte le scuole italiane, statali o paritarie, possono inserire le loro esperienze nelle banche dati regionali, che fanno riferimento ai Nuclei Regionali dell'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica (ex IRRE). I Nuclei Regionali assicurano la loro assistenza alle scuole sia nella fase di sviluppo dell’esperienza, sia nella fase della sua documentazione.

Le esperienze inserite sono poi segnalate da ciascun Nucleo Regionale a una Commissione Nazionale, che le valuterà sulla base di criteri condivisi all'interno del gruppo di lavoro GOLD.

Le migliori esperienze selezionate entrano a far parte dell’Archivio nazionale delle buone pratiche.

Una banca dati…ma non solo

Oltre alla banca dati delle esperienze didattiche, GOLD mette a disposizione degli insegnanti materiali e strumenti per diffondere e facilitare la pratica della documentazione nella scuola, ad esempio un ambiente di formazione specifico all'interno della piattaforma FOR.
http://gold.indire.it/gold2/

Continue reading "Seminario regionale Progetto GOLD - Tra didattica e nuovi linguaggi. Documentare per la scuola con il sistema Gold - Roma 27 maggio 2011" »

Percussionisti Marching Band Piranesi 2011

sbandieratori modif.jpg

Roma 25 maggio 2011 Festa del 150° anniversario dell'Unità d'Italia Piranesi


Storia del gruppo “Musicando Insieme” della S. M.S. “G. B. Piranesi” Roma


Il gruppo musicale "Musicando Insieme" della S. M.S. “G. B. Piranesi” Roma ha iniziato la sua attività, sotto la direzione della Prof.ssa M. R. Mazzola, nel novembre 2002.
Già nel 2003 ha ottenuto la fascia di Bronzo al Concorso “Insieme per suonare” indetto dalla SIEM (17 aprile 2003). Ha superato la selezione finale del Concorso “Scuola...sound’s good!”, ricevendo lodevoli apprezzamenti da parte del Direttore M.° M. Pradella e si è esibito all’Auditorium Parco della Musica di Roma (25 maggio 2003). Nel mese di maggio dello stesso anno ha offerto un concerto di fine anno con l’esecuzione, in prima assoluta, dello Studio n. 2 op. 47 in Do magg. per pianoforte di S. Heller, appositamente adattato da M.R. Mazzola (28 maggio 2003).
Nel 2004, insieme agli allievi di Flauto Traverso della Piranesi e al gruppo Sculture e Suoni (80 musicisti di strumenti realizzati con materiali riciclati), sotto la direzione di M. R. Mazzola, ha partecipato alla manifestazione di Carnevale in Campidoglio, ai Fori Imperiali e al Foro Romano con l’esecuzione in prima assoluta di Serenata per l’Europa di M.R. Mazzola (24, 29 gennaio e 24 febbraio 2004). Sempre lo stesso anno si è esibito in un concerto di fine anno nel Teatro della Scuola (10 giugno 2004).
Nell'anno 2006 ha partecipato al 6° Scuola Musica Festival incidendo un Cd con musiche di W. A. Mozart e J. Perez Forte. Nell’aprile 2006 ha preso parte alla manifestazione “Adotta un monumento” del Comune di Roma con un concerto in Piazza Navona (22 aprile 2006) e con un concerto di fine anno (17 maggio 2006).
Nel 2007 ha continuato il progetto Adotta un monumento del Comune di Roma con una manifestazione in Piazza Navona insieme al nuovo gruppo di Sbandieratori della Piranesi diretti da M. R. Mazzola (20 aprile 2007) e nell’ambito del Progetto Comenius 1.3 RaMe ha eseguito “Danze lituane medley”, brani tradizionali della Lituania, appositamente arrangiati da M. R. Mazzola (07 maggio 2007).
Nell'anno 2008 ha avuto, dal MIUR, l’assegnazione del Progetto Scuole Aperte — Potenziamento delle attività di ascolto e studio della Musica e si è esibito in concerto con brani arrangiati da M.R. Mazzola ottenendo un grande successo di pubblico (04 giugno 2008).
Nell'anno 2009 ha avuto l’assegnazione di un secondo Progetto Scuole Aperte—Potenziamento delle attività di ascolto e studio della musica e ha sperimentato nell’anno scolastico 2009-10 il laboratorio a carattere inclusivo di percussioni Marching Band, con la collaborazione del prof. R. Tosti, partecipando a diverse manifestazioni pubbliche (14, 17, 18 maggio e 03 giugno 2010).
Nell'anno 2010-11 il gruppo Musicando Insieme Piranesi - Marching Band e Sbandieratori - ha partecipato alla festa del 150° anniversario dell'Unità d'Italia della Scuola Secondaria di I grado G.B. Piranesi di Roma, accompagnando le bandiere d'Italia e d'Europa nella manifestazione del 25 maggio 2011.

Continue reading "Percussionisti Marching Band Piranesi 2011" »

14.05.11

Conferenza Internazionale "Implementing 21st century ways of learning and schooling"

Giovedì 12 maggio a Roma, presso il Roma Eventi Conference Centre, si è tenuta la Conferenza internazionale "Implementing 21st century ways of learning and schooling", organizzata dall'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica in collaborazione con European Schoolnet (EUN).

DSCF1237.JPG

European Schoolnet (EUN) è una rete di 31 Ministeri dell'Istruzione d'Europa che si occupa principalmente dello sviluppo delle ITC nelle Scuole e della condivisione e scambio di esperienze e buone pratiche che prevedano l'uso delle ITC nella didattica. Gli alunni della nostra classe 2.0 e la scrivente, in qualità di docente, siamo stati chiamati, recentemente, a rispondere ad un sondaggio on line, nel sito di European Schoolnet a proposito dello sviluppo della scuola italiana ed europea nei prossimi cinque anni.

european_shoolnet.gif

DSCF1236.JPG

La conferenza internazionale è stata connessa al piano "Scuola Digitale", il progetto che ricerca e approfondisce il rapporto fra nuove tecnologie e processi formativi, incoraggiando modelli innovativi sia a livello pedagogico che organizzativo. Il processo innovativo centra tutta l'attenzione sulle dinamiche di innovazione che l'integrazione delle tecnologie possono attivare piuttosto che sulla tecnologia e l'informatica in senso stretto.
Il programma completo della conferenza è disponibile all'URL:
http://www.scuola-digitale.it/eventi/scuole-2.0/

Sono intervenuti alla conferenza studiosi ed esperti provenienti da prestigiose istituzioni nazionali e internazionali, oltre a dirigenti scolastici, docenti e importanti attori del mondo della scuola.
I lavori sono stati introdotti da Giovanni Biondi, Capo Dipartimento per la Programmazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e Stefania Fuscagni, Commissario straordinario ANSAS con un massiccio intervento a sostegno dell'importanza delle ICT nella didattica. Ha sottolineato come le nuove tecnologie possano dare una risposta agli obiettivi primari della nostra scuola che sono quelli di far crescere il ragazzo nel modo più consapevole e metterlo nelle condizioni di sapersi/potersi esprimere liberamente con i più diversi mezzi. Tecnologie integrate per costruire un ambiente scolastico amichevole e per personalizzare il percorso di apprendimento dei nostri alunni. Ha ricordato come, attualmente, la scuola abbia confidato molto sul carisma dei propri insegnanti e come ci si ritrovi, oggi, dal punto di vista strutturale e architetturale, in un contesto simile a quello della riforma Gentile, quando la locomotiva, funzionava a vapore!

treno a vapore.jpg banchi.jpg

A seguire si sono alternati due panel che hanno visto protagoniste le scuole europee: il primo sulle modalità con cui le ICT possono supportare metodi innovativi nell'insegnamento e nell'apprendimento ("ICT to support innovative teaching/learning methods") e il secondo sulle innovazioni che le ICT stanno portando nell'organizzazione del tempo e dello spazio scolastico ("ICT to support innovative ways to organise school time and space as well as personalized teaching").

Nel pomeriggio un terzo panel ha aperto i lavori su come le tecnologie della comunicazione possano essere in grado di supportare le relazioni fra scuola, famiglia e territorio ("ICT to support schools build closer relationships with families and the local community").
Tutti gli interventi sono stati interessanti e alcuni anche suggestivi: esperienze dirette e buone pratiche legate alle ICT, da condividere nelle scuole d' Europa.
I relatori hanno saputo offrire, con l'ausilio di immagini e video spunti e riflessioni importanti per gli uditori della platea: idee da condividere e/o conforto per ciò che ciascuno, nel proprio ruolo, sta attuando nella realtà pedagogica in cui opera.
Fra i tanti esempi sono risultati affascinanti le esperienze:

1. The Gen Y project in Sint Lievenscollege http://geny.sintlievenscollege.be/
Ad-hoc teams composed of pupils of different ages and various talents do research about new learning technologies and develop attractive and interesting teaching methods based on their own needs and experiences.

DSCF1244.JPG

2. The Teacher Aid Project, where students teach teachers how to use different technologies in http://teacheraid.wordpress.com/

DSCF1249.JPG

3. No classroom, no strict timetable at the Hellerup school www.hellerupskole.dk

_Billede 052.jpg

_Billede 048.jpg

Sono intervenuti inoltre Reinhold Hawle, Head of Department for IT Systems for Education, Austrian Federal Ministry for Education, the Arts & Culture, e Marc Durando, Executive Director, European Schoolnet, che hanno illustrato tre importanti progetti europei volti a promuovere l'innovazione nella scuola, rispettivamente: ENIS-European Network of Innovative Schools,

r_enis2.gif

iTEC (Innovative technologies for an engaging classroom) project

ITEC_logo_20110218055727.jpg

e eTwinning il programma europeo di gemellaggio elettronico.

eTwinningLogoFlat.gif.png

DSCF1287.JPG

A conclusione dei lavori è stato significativo l'intervento di Rossella Schietroma, Dirigente della Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che ha sintetizzato il profondo cambiamento che la società sta attraversando in tempi sempre più rapidi: 'la realtà è aumentata e si deve naturalizzare nella realtà scolastica. I visionari e i sognatori partono in avanscoperta, la Scuola poi, analizzati i risultati delle innovazioni, ha l'obbligo di dare risposte mirate'.

I lavori si sono svolti in lingua veicolare inglese con il servizio di traduzione simultanea.

Alcuni momenti della conferenza:

DSCF1242.JPG

DSCF1259.JPG

DSCF1265.JPG

DSCF1280.JPG

Continue reading "Conferenza Internazionale "Implementing 21st century ways of learning and schooling"" »

11.04.11

Feste Romane (O. Respighi) Tamana Girls' High School

Tamana Girls' High School...solo ragazze, Respighi visto dal Giappone
e Tamana girls in marching band

Continue reading "Feste Romane (O. Respighi) Tamana Girls' High School " »

Pictures at an Exhibition (Modest Petrovich Mussorgsky) Narashino High School

Pictures at an Exhibition (Modest Petrovich Mussorgsky) Narashino High School

Continue reading "Pictures at an Exhibition (Modest Petrovich Mussorgsky) Narashino High School " »

Osaka Toin High School - Giuseppe Verdi - Messa da Requiem

G. Verdi: messa da Requiem interpretata dalla Osaka Toin High School
(un possibile ideale di scuola superiore?)

Continue reading "Osaka Toin High School - Giuseppe Verdi - Messa da Requiem" »

01.04.11

Debussy - Golliwogg's Cake Walk

220px-Claude_Debussy_ca_1908,_foto_av_Félix_Nadar.jpg


Richard Tilling pianoforte

trascrizione per quintetto di ottoni

Continua a leggere...Debussy

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Continue reading "Debussy - Golliwogg's Cake Walk" »

08.03.11

Grazie a te donna

Lettera di Giovanni Paolo II alle donne

Grandi donne

Continue reading "Grazie a te donna" »

18.02.11

Francesco Bajardi, un illustre musicista madonita

di Maria Rosa Mazzola


 Bajardi049.jpg
Francesco Bajardi

Dopo il 17 marzo del 1861 si assistette, in Italia, ad un periodo di risveglio della produzione ed esecuzione strumentale, oltre che ad un generale rinnovamento della cultura musicale italiana, già prevalentemente egemonizzata dal melodramma, il quale aveva avuto il grande merito di diffondere oltre alle apprezzate idee melodiche anche le idee e le aspirazioni patriottiche del popolo italiano in rivolta e proteso all'unificazione dell'Italia.

Il risveglio delle attività concertistiche e compositive strumentali coincise con la nascita di numerosi enti, organismi, licei musicali, istituzioni e società concertistiche che, prima a livello elitario, poi in una dimensione più popolare, diffusero il repertorio strumentale centroeuropeo e sollecitarono il recupero della tradizione strumentale italiana del Sei-Settecento per definire i caratteri di un nuovo stile nazionale.

Fino a quell'epoca era stato il pianoforte a ricoprire una molteplicità di ruoli sussidiari, aveva avuto spesso la funzione di ‘surrogato’ dell’orchestra nelle innumerevoli riduzioni pianistiche (a due, quattro, sei, otto e addirittura sedici mani) nella fase di lettura di una partitura orchestrale, e, ad eccezione del quartetto, era presente in quasi tutte le formazioni cameristiche.

A partire dagli anni successivi all’unificazione dell'Italia, il suo impiego si evolse sempre più, nel senso di un’emancipazione dagli altri strumenti, fino a raggiungere un inedito grado di autonomia. Nell’arco di pochi decenni si assistette a una vera e propria trasformazione della figura del pianista sia dal punto di vista performativo che compositivo. Lo dimostra la scelta del repertorio eseguito nei concerti solistici per pianoforte, sempre più diffusi nelle principali città italiane.

In questo quadro storico-musicale si inserisce l'opera del pianista e compositore Francesco Bajardi, nato a Isnello (PA) il 23.6.1867.

Francesco Bajardi fu allievo, a Palermo, del M.° Caracciolo (pianoforte) e del M.° Platania (composizione). A Roma studiò composizione con i M.i De Sanctis e Falchi e pianoforte con il grande M.° Giovanni Sgambati, allievo di Franz Listz.
In qualche autorevole recensione si dice che lo stesso Bajardi fu allievo di Listz.

Il Bajardi si esibì a Londra nel 1884, vinse il premio Casa musicale F. Boisselot nel 1885 e il premio pianistico Franz Liszt nel 1893. Nel 1894 diede un concerto a Pietroburgo. Partecipò attivamente alla vita musicale romana e italiana del periodo post-unitario insieme ad altri suoi importanti amici, allievi anch'essi del Maestro Sgambati: Ernesto Consolo, Ezio Camussi, Fanny Davies, Maria Andreoli e altri.

Erano famose, a Roma, a partire dagli anni sessanta, Le Matinées musicales, concerti programmati dai musicisti romani che si tenevano, settimanalmente, in alcuni periodi dell’anno, e si svolgevano alle due e mezza o alle tre del pomeriggio in celebri ed eleganti sale, pubbliche e private.
I programmi coinvolgevano, come d’uso all’epoca, vari strumentisti e talvolta anche cantanti.
Per citare Martinotti a fine secolo «la Roma musicale era interamente nelle mani di Sgambati e Pinelli».

5191991092_54c370bed9.jpg

g sgambati.jpg
Giovanni Sgambati


Nel 1895, a Roma, si inaugurarono, per iniziativa del Conte Enrico di San Martino e Valperga, i concerti della Regia Accademia di Santa Cecilia, che si tenevano nella sala restaurata l’anno precedente per «adunare gli alunni per le esercitazioni, pei saggi», e dare «agio all’Accademia di iniziare [...] pubblici concerti».
I concerti dell’Accademia di Santa Cecilia misero in atto negli ultimi anni del secolo iniziative per eseguire compositori italiani. Alcune di queste furono il concerto del 16 dicembre 1897 in cui Francesco Bajardi eseguì Dans les bois di Franz Listz e il concerto del 23 dicembre 1897 in cui suonò la Quarta Ballata di Chopin e il Presto op.7 n.7 di Mendelssohn.

Fra le novità di repertorio dei concerti di quegli anni vanno segnalati, inoltre, alcuni pezzi inclusi da Francesco Bajardi nei programmi delle quattro «audizioni private» tenute assieme alla violinista Teresina Tua il 2, il 9, il 16 e il 23 dicembre 1897. Fra essi la Gavotta variata di Rameau, la Fantasia e fuga in Sol minore di Bach e l’Aria e Giga di Scarlatti. Per il resto Bajardi si mantenne su strade battute, con pezzi romantici degli autori maggiori, ma inserì nei suoi programmi anche uno Studio di concerto di Sgambati e due pezzi di sua composizione: Romanza e Toccata.

Nel 1898 un'altro progetto importante, che celebrò Bajardi, fu il ‘Concerto degli alunni licenziati dal Liceo Musicale’ che si tenne il 14 febbraio, con alcuni pezzi sinfonici diretti da Pinelli, fra cui il Concerto per pianoforte e orchestra di Bajardi, ormai giovane promessa della scuola compositiva romana.
Si ha notizia inoltre di altre manifestazioni a sostegno dei compositori italiani come, per esempio, la promozione di tre concerti monografici integralmente dedicati alle composizioni di tre musicisti italiani fra cui lo stesso Bajardi, che si cimentò in un recital integrale composto esclusivamente di sue composizioni pianistiche il 5 marzo 1899:
Sonata
Improvviso
Notturno
Filatrici
Valzer
Capriccio.

Il Conte Enrico di San Martino e Valperga fu una importante figura del mondo culturale romano ed italiano che giudò l'Accademia di Santa Cecilia dal 1895 al 1947 anno della sua scomparsa e a cui Bajardi, con nota autografa, inviò in omaggio nel novembre del 1906 due sue composizioni Chant de Bergers- Novelletta per pianoforte e Fantasia-Improvviso per pianoforte.

conteenrico.jpg
Conte Enrico di San Martino e Valperga

Quella del Conte di San Martino è una figura poco conosciuta dal grande pubblico, poco e nulla studiata. Si deve a lui la creazione, nel 1908, dell' Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma. Il conte di San Martino poi fu anche Presidente dell'Esposizione del 1911 e senatore del Regno d'Italia. Il suo impegno politico contribuì ala nascita della scuola di cinematografia, oggi Centro sperimentale di cinematografia, e quella di recitazione intitolata a Eleonora Duse, l’odierna Accademia Nazionale d’arte drammatica a testimonianza della vastità di vedute di questo importante personaggio della vita culturale romana.

Bajardi autografo054.jpg


Bajardi autografo051.jpg


 Bajardi autografo053.jpg
dedica autografa di F. Bajardi 1906

Vittorio emanuele il conte enrico s martino e oppio.JPG
Vittorio Emanuele III e il Conte Enrico di San Martino e Valperga -
Vittorio Emanuele III inaugura la Terza Quadriennale d'Arte Nazionale al Palazzo delle Esposizioni

Opere di Francesco Bajardi:
• Trois Morceaux: Chant d'Amour - Gavotte - Feuille d'Album (con dedica al conte Giuseppe Lanza di Mazzarino)
• Preludi per pianoforte (A le signorine Elisa e Antonietta Amati)
• Ballata in Do minore (A la signorina Fanny Allievi)
• Sonata per pianoforte
• Chant de Bergers - Novelletta (A la signorina Elena Incisa di Camerano)
• Fantasia-Improvviso (A la signorina Maria Lippi)
• Valse Caprice op. 4
• Toccata op.10 (Alla Contessa Virginia di Somaglia)
• 3.me Nocturne op.11 (A la signora Maria Emma Luzzatto)
• Improvviso
• Notturno
• Filatrici
• Valzer
• Capriccio
• Romanza
• Concerto per pianoforte e orchestra.

Francesco Bajardi fu docente di pianoforte al Conservatorio S. Cecilia in Roma.
Il Conservatorio istituito nel 1919 succedeva al Liceo musicale di Roma e ancora prima, ad opera del M.°Sgambati, alla Scuola per giovani non abbienti che intendessero dedicarsi allo studio della musica, presso la pontificia Accademia di S. Cecilia.

conservatorio_santa_cecilia.jpg
Sala Accademica Conservatorio S. Cecilia Roma

Il M.° Sgambati insieme al M.° Spinelli, nel 1870, avevano ottenuto dei locali in via dei Greci (attuale sede del Conservatorio di S. Cecilia) proprio per la meritoria iniziativa didattica.

Conservatorio di Roma giardino.jpg
chiostro interno

Francesco Bajardi nel 1926 fu componente di una delle dieci commissioni ministeriali incaricate di redigere i programmi di esame dei vari corsi di strumento. Si occupò dei programmi di pianoforte e organo insieme a Francesco Cilea, Alfredo Casella, Remigio Renzi, Florestano Rossomandi, Ernesto Consolo e Luigi Ferrari-Trecate. Le dieci commissioni agirono sotto la supervisione di una commissione preposta alla formulazione dei criteri direttivi e al coordinamento dei lavori formata dai Maestri Ildebrando Pizzetti, Francesco Cilea, Giuseppe Mulè, Vincenzo Tommasini, Alberto Franchetti e Alfredo Casella. I verbali di questi lavori sono conservati presso l'Archivio Centrale di Stato.

Gli allievi del Bajardi hanno ricordato con affetto e grande dedizione il loro Maestro: Dante Alderighi da Taranto, Mario Bartoccini che è noto per aver scritto con Aldo Mantia un manifesto futurista sull'improvvisazione musicale (1921), Carlo Zecchi il quale giudicò sempre prezioso lo studio con Francesco Bajardi, e che riconosceva in quel suo primo maestro soprattutto una inclinazione poetica, tratto che lo metteva in competizione con Sgambati, allora idolo del pubblico romano.
E' di Carlo Zecchi una rara incisione del 1926 della Ballata in do minore di Bajardi.

Ballata Bajardi p2034.jpg

Ballata in do Minore di F. Bajardi, incisione del 1926, pianista Carlo Zecchi Download file


4009850016007.jpg


FotoHome1.gif
Carlo Zecchi

Zecchi-Carlo-07[1976].jpg
Carlo Zecchi

Francesco Bajardi morì a Roma il 17 settembre 1934. La casa natale di Isnello, in Corso Vittorio Emanuele, espone una targa commemorativa dei suoi natali madoniti e la storica Banda Musicale di Isnello è intitolata al suo nome.

targa Bajardi.png

IMG_0173.JPG
Isnello - Corso Vittorio Emanuele

banda isnello.jpg
Storica banda Musicale F. Bajardi Isnello in corteo

Prof.ssa Maria Rosa Mazzola
18 02 2011


Continue reading "Francesco Bajardi, un illustre musicista madonita" »

13.02.11

Pierino e il lupo op.67 Classi 1A 1B 1C 2010-11

Pierino e il lupo op. 67.jpg
sceneggiatura

Pierino e il lupo costumi.jpg
costumi

Pierino e il lupo scheda di ascolto introduttiva.jpg
Scheda di ascolto introduttiva

Pierino e il lupo scheda di ascolto post030.jpg
Scheda di ascolto

Pierino e il lupo autovalutazione029.jpg
Scheda di autovalutazione

Pierino e il lupo Premio nazionale 4° Scuola Musicafestival 2004.jpg

Scarica il pdf del prodotto multimediale 2004 vincitore del Premio Ricerca 2004 4°Scuola Musica Festival Download file

Continue reading "Pierino e il lupo op.67 Classi 1A 1B 1C 2010-11" »

02.02.11

Tutorial Photo Flash Maker

Tutorial per la gestione del software Photo Flah Maker.
Software per la gestione audio/video delle immagini.
Buon lavoro!

Prof.ssa M.R. Mazzola

Continue reading "Tutorial Photo Flash Maker" »

08.01.11

150 anni dell’Unità d’Italia – O Patria mia! La musica e il sentimento patriottico OPERE LIRICHE

009fig022%20VivaVERDI.jpg


direttore_d_orchestra_anim.gif

Classe 3A

Nabucco di Giuseppe Verdi


TRAMA Parte I - Gerusalemme

Gli Ebrei riuniti nel tempio di Gerusalemme piangono la loro sconfitta nella guerra contro i babilonesi. Zaccaria, il Gran Sacerdote, li invita a non disperare perché il Dio di Israele ha dato un segno del suo potere: Fenena, la figlia del re assiro, è loro prigioniera. Il giovane Ismaele, nipote di Sedecia re d'Israele, reca la notizia dell'imminente arrivo di Nabucco e del suo esercito. Quando Zaccaria gli affida la custodia di Fenena, egli riconosce la fanciulla che l'ha salvato dalla prigione al tempo della sua missione di ambasciatore a Babilonia. Ismaele, che ama riamato la figlia del suo nemico, intende ora ricambiare tanta generosità ma, mentre sta per trarre in salvo la fanciulla, viene fermato da Abigaille - una schiava ambiziosa ritenuta la seconda figlia di Nabucco - che irrompe nel tempio alla testa di un manipolo di guerrieri assiri travestiti da ebrei. La donna propone al giovane, di cui è anch'essa innamorata, uno scambio: il suo amore contro la salvezza del popolo ebraico. Ma Ismaele la respinge. Una folla di ebrei in fuga cerca invano rifugio nel tempio invaso dai nemici. Nabucco giunge con i suoi fino alla sacra soglia e Zaccaria lo sfida avvertendolo che se tenterà di profanarla Fenena sarà uccisa. Il re dapprima finge di esitare ma poi, deciso a distruggere ad ogni costo il regno d'Israele, sfida il Sacerdote ed ordina agli ebrei di prostrarsi davanti a lui. Zaccaria reagisce alzando il pugnale su Fenena ma Ismaele ferma la sua mano e libera la fanciulla attirando su di sé l'ira del suo popolo, che lo accusa di tradimento. Nabucco ordina di saccheggiare il tempio, mentre Abigaille si ripromette di cancellare dalla faccia della terra il popolo maledetto cui appartiene l'uomo che l'ha respinta.

Parte II - L'empio

Abigaille, sola negli appartamenti reali, tiene fra le mani una pergamena sottratta a Nabucco, che attesta le sue umili origini di schiava. La sua rabbia esplode in una furia incontenibile alla notizia che Fenena, nominata Reggente dal padre, ha dato ordine di liberare tutti gli ebrei. Ormai Abigaille è decisa a tutto pur di impossessarsi del trono.
Zaccaria, prigioniero degli assiri, entra in una sala della reggia seguito da un Levita che reca le Tavole della Legge e, dopo aver sollecitato Iddio a parlare attraverso il suo labbro, si ritira.
Ismaele, convocato dal Pontefice per rispondere del suo tradimento, è maledetto dai Leviti, ma Anna, sorella di Zaccaria, lo difende; il giovane infatti non ha salvato la vita ad un'infedele bensì ad un'ebrea, giacché la figlia del re nemico si è nel frattempo convertita alla Legge.
La situazione precipita: in un rapidissimo susseguirsi di eventi Abigaille irrompe in scena con il suo seguito e pretende da Fenena la corona, ma Nabucco, creduto morto in battaglia, giunge e richiede per sé la corona. Poi comincia a deridere il Dio Belo, che avrebbe spinto i prigionieri a tradirlo, e dopo anche il Dio degli ebrei. Esige di essere adorato come l'unico Dio, minacciando di morte Zaccaria e gli ebrei se non si piegheranno al suo volere. Subito dopo il Dio degli Ebrei scaglia un fulmine sul suo capo, la corona cade al suolo e il re comincia a manifestare segni di follia. La corona viene prontamente raccolta da Abigaille.

Parte III – La profezia

Abigaille, seduta sul trono accanto alla statua d'oro di Belo, nei giardini pensili di Babilonia, riceve l'omaggio dei suoi sudditi. Quando il Gran Sacerdote le consegna la sentenza di condanna a morte degli ebrei, la regina si finge ipocritamente incerta sul da farsi. All'arrivo del re spodestato – in vesti dimesse e con lo sguardo smarrito – l'usurpatrice cambia atteggiamento e gli si rivolge con ironica arroganza, dando ordine di ricondurlo nelle sue stanze. Quindi lo avverte di essere divenuta la custode del suo seggio e lo invita perentoriamente a porre il regale suggello sulla sentenza di morte degli ebrei. Il vecchio re esita, Abigaille lo incalza accusandolo di viltà e alla fine Nabucco cede. Ma lo coglie un dubbio: che ne sarà di Fenena? Abigaille, implacabile, afferma che nessuno potrà salvare la fanciulla e gli ricorda che anch'essa è sua figlia. Ma il re la sconfessa: ella è solo una schiava. La donna trae dal seno la pergamena che attesta la sua origine e la fa a pezzi. Il re, ormai tradito e detronizzato, nell'udire il suono delle trombe che annunciano l'imminente supplizio degli ebrei chiama le sue guardie, ma esse giungono per arrestarlo obbedendo agli ordini della nuova regina. Confuso e impotente, Nabucco chiede invano ad Abigaille un gesto di perdono e di pietà per la povera Fenena.
Sulle sponde dell'Eufrate gli ebrei, sconfitti e prigionieri, ricordano con nostalgia e dolore la cara patria perduta (coro: Va', pensiero, sull' ali dorate). Il Pontefice Zaccaria li incita a non piangere come femmine imbelli e profetizza una dura punizione per il loro nemico: il Leone di Giuda sconfiggerà gli assiri e distruggerà Babilonia.
Parte IV – L'idolo infranto

Nabucco, solo in una stanza della reggia, si sveglia da un incubo udendo alcune grida e, credendole segnali di guerra, chiama i suoi prodi a raccolta per marciare contro Gerusalemme. Tornato in sé all'udire altre voci che ripetono il nome di Fenena, egli si affaccia alla loggia e vede con orrore la figlia in catene. Disperato, corre alla porta, tenta invano di aprirla e infine, rendendosi conto di essere prigioniero, cade in ginocchio e si rivolge al dio di Giuda invocando il suo aiuto e chiedendogli perdono. Come in risposta alla sua preghiera, sopraggiunge il fedele ufficiale Abdallo con un manipolo di soldati, restituendogli la spada e offrendosi di aiutarlo a riconquistare il trono.
Nei giardini pensili di Babilonia passa il triste corteo degli ebrei condotti al supplizio. Zaccaria conforta Fenena incitandola a conquistare la palma del martirio; la fanciulla si prepara a godere delle gioie celesti. L'atmosfera mistica è interrotta dall'arrivo di Nabucco che, alla testa delle sue truppe, ordina di infrangere la statua di Belo. Miracolosamente, «l'idolo cade infranto da sé». Tutti gridano al «divino prodigio», Nabucco concede la libertà agli ebrei, annunzia che la perfida Abigaille si è avvelenata e ordina al popolo d'Israele di costruire un tempio per il suo Dio grande e forte, il solo degno di essere adorato. Mentre tutti, ebrei ed assiri, s'inginocchiano invocando l'«immenso Jehova», entra Abigaille sorretta da due guerrieri: la donna confessa la sua colpa e invoca il perdono degli uomini e di Dio prima di cadere esanime. Zaccaria rivolge a Nabucco l'ultima profezia: «Servendo a Jehova sarai de' regi il re!».

La Battaglia di Legnano di Giuseppe Verdi


Macbeth di Giuseppe Verdi

Andrea Chènier di Umberto Giordano

Classe 3B

direttore_d_orchestra_anim.gif

Aida di Giuseppe Verdi


Giovanna d'Arco di Giuseppe Verdi

I Lombardi alla prima crociata di Giuseppe Verdi

I Puritani di Vincenzo Bellini

Classe 3 C

direttore_d_orchestra_anim.gif

I vespri siciliani di Giuseppe Verdi


Attila di Giuseppe Verdi


L'italiana in Algeri di Gioacchino Rossini

Tancredi di Gioacchino Rossini


Continue reading "150 anni dell’Unità d’Italia – O Patria mia! La musica e il sentimento patriottico OPERE LIRICHE" »

150 anni dell’Unità d’Italia – O Patria mia! La musica e il sentimento patriottico ISTRUZIONI METODOLOGICHE

150° anniversario dell’Unità d’Italia – O Patria mia! La musica e il sentimento patriottico


logo150UnitaItalia.jpg


Agli alunni delle classi coinvolte nel progetto

La Musica, nell’età del Risorgimento, servì alla causa nazionale. Questo Corso, destinato alle tre classi terze A B C e alla cl@sse seconda A 2.0 sperimentale tecnologica della Scuola Secondaria di I grado G.B.Piranesi di Roma , tratterà il tema Musica/sentimento patriottico.


Cari studenti, avrete modo di apprendere/apprezzare il ruolo sostanziale che la Musica ha avuto nell’Ottocento attraverso l’ascolto e l’analisi di opere liriche espressive dei sentimenti patriottici, di canti popolari del risorgimento e canti di lode alla Patria anche di epoca post risorgimentale.

Il processo di lavoro sarà articolato in forma attiva, collaborativa e condivisa, con l’ausilio degli strumenti tecnologici della rete, di questo blog di una piattaforma LMS e si modellerà in progress.

Siete organizzati in quattro gruppi di lavoro: le tre classi terze A, B, C esamineranno il mondo dell'opera lirica. La cl@sse 2.0 seconda A esaminerà il settore dei canti patriottici popolari e si occuperà di realizzare uno spot divulgativo dell'evento 150 anni dell'Unità d'Italia da pubblicare in rete.

Sarete supportati da due forum, didattico e tecnico e da una chat per la condivisione di curiosità, problematiche, idee, per gestire modalità e appuntamenti di lavoro collaborativo e altro nell'ambiente della piattaforma LMS.

Potrete disporre di materiali: audio, video, immagini, testi, elenchi sitografici e bibliografici. Sarete coinvolti in laboratori didattici per la rielaborazione dei materiali: compiti, wiki, glossario, database e test di autovalutazione.

Patto formativo da condividere:
rispetto delle regole, degli altri, dei tempi, delle scadenze. Visione quotidiana delle News in piattaforma, per prendere visione delle novità.

A tutti noi...buon lavoro!
Prof.ssa Maria Rosa Mazzola

Settori di intervento delle classi 3 ABC e cl@sse 2.0 2A

Classi terze A B C: Ascolto e analisi di opere liriche espressive degli ideali patriottici. Racconti, aneddoti, storia, analisi del rapporto musica/risorgimento.
Ogni classe dovrà trattare le opere assegnate e svolgere le attività di laboratorio della sezione LABORATORIO OPERE LIRICHE e GLOSSARI, avendo cura di rispettare i modi e i tempi di consegna previsti.

Cl@sse 2.0 2A: Ascolto e analisi di canti popolari della patria e canti di lode all’Italia. Realizzazione di uno spot pubblicitario celebrativo dell’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Ogni studente delle classi terze A B C sceglierà una delle opere comprese nell'elenco contenuti opere liriche.
Dovrà ricercare materiali audio, video, immagini, testi, libretto, curiosità, biografie del compositore e del librettista, notizie sul teatro della prima esecuzione e altro...dopo avere selezionato e rielaborato i materiali scelti, dovrà realizzare una presentazione multimediale da consegnare, su supporto CD-Rom, alla scrivente, entro la fine di aprile 2011 e successivamente presentare al colloquio di esame di licenza media.

Ogni studente della cl@sse 2.0 2A dovrà trattare due canti patriottici tra quelli indicati sotto e svolgere le attività di laboratorio delle sezioni LABORATORIO CANTI PATRIOTTICI, GLOSSARI e CREATIVITA', avendo cura di rispettare i modi e i tempi di consegna previsti nello scadenzario del progetto.

La sezione MATERIALI è a disposizione, di tutti i gruppi, per disporre di alcune risorse di partenza e realizzare prodotti multimediali.

Contenuti


Opere liriche e arie


Classe 3 A

• G. Verdi - Nabucco - Va pensiero
• G. Verdi - La battaglia di Legnano - Viva l’Italia! - A chi smarriti e pallidi -
Digli ch’è sangue italico - Dall’Alpe a Cariddi echeggia vittoria!
• G. Verdi - Macbeth - Patria oppressa!
• U. Giordano - Andrea Chenier - Un dì all’azzurro spazio - Nemico della patria

Classe 3 B
• G. Verdi - I vespri siciliani - O tu Palermo, terra adorata – O patria adorata
• G. Verdi - Aida - O terra addio – O Patria mia
• G. Verdi - Giovanna D’Arco – Sotto una quercia parvemi - Sempre all’alba e alla sera
• V. Bellini – I Puritani – Suoni la tromba

Classe 3 C
• G. Verdi – I Lombardi alla prima crociata – O Signore dal tetto natio
• G. Verdi – Attila – Santo di Patria indefinito amor – Ella in poter del barbaro!
• G. Rossini – L’Italiana in Algeri – Pensa alla patria.
• G. Rossini - Tancredi - O patria! Dolce e ingrata patria


Canti popolari della patria

Cl@sse 2A
• Inno di Mameli
• La ronda
• Inno della Repubblica partenopea
• Inno nazionale
• Inno degli studenti del ‘48
• Inno del ‘48
• La stella dei soldati
• La bandiera tricolore
• I tre colori
• Inno a Garibaldi
• Io vorrei che a Metternicche
• Garibaldina
• Garibaldi fu ferito
• Ai morti per la patria
• La bella Gigogin
• L’addio del volontario toscano
• A Tonina Marinello
• All’armi! All’armi!
• Giovani ardenti
• A ferro freddo
• Delle spade il fiero lampo
• Camicia rossa
• La rondinella di Mentana
• Inno di Oberdan
• Addio del volontario
• La canzone del Piave
• L’addio del bersaglier
• Le campane di S. Giusto
• Viva l’Italia.


logo150UnitaItalia.jpg

Continue reading "150 anni dell’Unità d’Italia – O Patria mia! La musica e il sentimento patriottico ISTRUZIONI METODOLOGICHE" »

23.10.10

Music games...a gentile richiesta

Ci è stato chiesto di pubblicare il lavoro Music games svolto dalla classe 2B dell'anno scolastico 2007-08.
Ci fa piacere condividere una pratica pedagogico-didattica che si è rivelata efficace per il lavoro creativo di potenziamento, di recupero, di rielaborazione di materiali musicali e con carattere di straordinaria inclusività.
I risultati finali degli studenti sono stati ottimi poichè l'apprendimento è stato attivo, collaborativo e condiviso in un ambiente di costruzionismo peer to peer.

Music games 2008 revisione 2010.jpg

Presentazione del progetto Download file

Invito Musica di seconda classe int.jpg

Diapositiva13.JPG

Clicca quì per leggere e scaricare il numero unico di enigmistica musicale Music Games Download file

Ancora oggi a distanza di tre anni adoperiamo il materiale costruito e ci divertiamo...imparando!

IMG_0191-thumb.jpg Vienna%202008%20008-thumb.jpg

Vienna%202008%20003-thumb.jpg Vienna%202008%20015-thumb.jpg

Music games - 2B 2007-08 G. B. Piranesi Roma Prof.ssa M.R.Mazzola
sfoglia l'e-book Music games

Salutiamo con piacere il collega Giovanni Cantone di una Scuola di Bologna...buon lavoro anche a voi!

Continue reading "Music games...a gentile richiesta" »

11.10.10

Il piccolo principe...10 anni di esplorazioni

C'era una volta...
un gruppo di alunni (IH e 2C 2000-01), un libro di Saint- Exupery, Il piccolo principe, un audioascolto de Il Piccolo principe, una Scuola ai primi passi nella tecnodidattica...bisognava usare strumenti personali...i pc e le aule multimediali arriveranno tanto tempo dopo...

piccolo_principe1.jpg

la fantasia e...il cuore sono stati un ottimo motore per esplorare i siti lontani dentro di noi...ma, come dice il piccolo principe, il segreto è:


imagesCA0QNYPO.jpg


piccolo.jpg

Visualizza il file in flash del lavoro multimediale realizzato dalla classe 1H 2000-01
Download file

IIC%20Il%20Piccolo%20Principe%202000-01.jpg

Visualizza il file in flash del lavoro multimediale realizzato dalla classe 2C 2000-01
Download file

Noi ricordiamo ancora con affetto questo lavoro...nonostante il tempo trascorso, le esperienze e le nuove tecnologie a disposizione.
Dedico questo post a Paola Sala e ai suoi alunni di Cerro Maggiore (MI) con i miei saluti e auguri di Buon...Piccolo principe anche a voi
Prof.ssa M.R. Mazzola

Continue reading "Il piccolo principe...10 anni di esplorazioni" »

05.10.10

La Primavera di A. Vivaldi I mov. Allegro Audioguida all'ascolto con la LIM

 

Lezione di audioguida all'ascolto con la LIM della cl@sse 2.0 1A 2009-10 della Scuola Secondaria di I grado a cura della Prof.ssa M.R.Mazzola

Clicca quì per scaricare il progetto metodologico-didattico in pdf
Download file

Visualizza il progetto metodologico -didattico in versione e-book

Lezione con la LIM Videoascolto La Primavera di A. Vivaldi

Visualizza il videoascolto in versione e-book

La Primavera di A. Vivaldi _ Videoascolto cl@sse 2.0 Piranesi Roma

primavera072.jpg

Documento di Sara Martucci classe 3A 2010-11

Continue reading "La Primavera di A. Vivaldi I mov. Allegro Audioguida all'ascolto con la LIM" »

28.06.10

Videoascolto - La primavera di A. Vivaldi Cl@sse 2.0 1A 2009-10

la primavera di A.Vivaldi.jpg


scarica quì il file zippato del videoascolto
Download file

Progetto europeo eTwinning...un esempio di apprendimento collaborativo!


Naviga il blog, in lingua veicolare francese, del nostro progetto eTwinning Les villes d'Europe: Rome- Athènes

http://blog.eun.org/rome-athenes

etwinning%20grecia.jpg

eTwinning è l’iniziativa principale del Programma dell’Unione Europea di eLearning.
Promuove la collaborazione scolastica in Europa attraverso l’uso delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) fornendo sostegno, strumenti e servizi per facilitare le scuole nella formazione di partenariati a breve e lungo termine in qualsiasi materia scolastica.
Si configura come un innovativo rapporto di partenariato pedagogico tra due o più scuole di Paesi europei che utilizzi in modo costante le TIC per consentire alle scuole gemellate di creare e gestire un progetto comune, vale a dire un’attività didattica innovativa e prolungata nel tempo.
Il gemellaggio elettronico garantisce alle scuole partecipanti innumerevoli benefici, quali lo scambio di conoscenze, esperienze, buone prassi, nonché il confronto fra i metodi di insegnamento, permettendo un accrescimento culturale, linguistico ed umano dei partecipanti. Offre, quindi, agli istituti gemellati delle opportunità di ammodernamento e di arricchimento uniche e permette loro di proiettarsi da protagonisti nel contesto europeo e trasmettendo la consapevolezza che viviamo in un’Europa unita, sempre più integrata, multilinguistica e multiculturale.

eTwinLogo.gif

Il progetto didattico “Les villes d’Europe: Rome - Athènes”ha continuato nel II anno di attività, un contatto culturale, epistolare e di apprendimento attivo e collaborativo con altri alunni e docenti della scuola greca IV Gymnasio Peristeriou di Atene.
L’ambiente di scambio, condivisione e di pubblicazione dei materiali e dei risultati è stato il blog “Les villes d’Europe: Rome - Athènes” indirizzo http://blog.eun.org/rome-athenes/.

CONTENUTI Anno II

• La cultura greca e la cultura italiana, a confronto, in Europa.
• La nuit en Greece et en Italie.
• Sonata al chiaro di luna di Beethoven.
• Claire de lune di Debussy.
• Piccola fuga di Bach.
• Toccata e fuga in re min. di Bach.
• Canone di Bach.
• L’Histoire de Babar di F. Poulenc.
• Scambio di prodotti multimediali a scopo socio-aggregativo-affettivo.
• Scambio di esperienze scolastiche delle classi coinvolte.
• Analisi e adesione al Manifesto europeo delle alunne e degli alunni europei.
• Fotografia e fotoritocco digitale.
• Realizzazione di presentazioni multimediali.
• Realizzazione di video-musicali.
• Composizione scritta e comprensione di documenti orali e scritti in lingua veicolare.
• Conversazione in chat e uso veicolare della Lingua francese.

multimedia_tools_etwinning_shortened.jpg
COMPETENZE MATURATE dagli studenti

• Competenza linguistica informatica
• Competenza paralinguistica
• Competenza cinesica
• Competenza prossemica
• Competenza socio-culturale
• Competenza performativa
• Competenza comunicativa
• Competenza relazionale
• Competenza estetica e critica
• Sviluppo del senso di responsabilità.

service_learning.gif

OBIETTIVI COGNITIVI E FORMATIVI RAGGIUNTI dagli studenti

• Acquisizione della capacità di saper scegliere e adattare i dati oggetto di scambio con gli alunni delle scuola partner greca.
• Acquisizione della capacità di scelta del layout grafico dei documenti da condividere in rete.
• Acquisizione della capacità di rielaborazione di testi, ritocco immagini, ottimizzazione di file musicali oggetto di scambio.
• Acquisizione della capacità di traduzione in lingua veicolare dei documenti oggetto di scambio.
• Acquisizione della capacità di rielaborazione e ottimizzazione delle informazioni ricevute.
• Implementazione dell’uso di una lingua veicolare (Francese).
• Acquisizione della capacità di buona collaborazione a distanza nel rispetto della netiquette e delle norme di buon partenariato.
• Uso delle TIC come principale mezzo di comunicazione nel rispetto di tempi, scadenze e spazi obbligati.
• Miglioramento nell’uso di mezzi tecnologici indispensabili alla realizzazione dei metaprodotti e del prodotto didattico finale.
• Uso corretto e creativo dei mezzi di produzione del suono e dell’immagine
(registratori, fotocamera digitale, computer, scanner, stampante, internet ecc.).
• Sviluppo di buoni rapporti epistolari via internet con coetanei greci nella prospettiva di poter creare amicizie personali.
• Sperimentazione della dimensione spazio-temporale virtuale attraverso l’esperienza di gemellaggio in rete.
• Maturazione delle risorse fisiche (mezzi percettivi e corporei), delle risorse affettive (accettazione di sé e dell’altro anche nell’ottica delle diversità e complementarità delle specifiche capacità individuali), sviluppo e consolidamento delle risorse intellettive (comprendere, analizzare, sintetizzare e produrre).
• Conoscenza e sperimentazione di una forma di apprendimento collaborativo in rete.
• Sperimentazione di percorsi di lavoro autonomo e di gruppo, metodologia e socializzazione attraverso la condivisione di un progetto comune (Costruttivismo e Costruzionismo sociale).
• Presa di coscienza dell’importanza della propria cultura e sviluppo del senso di appartenenza come base per la formazione di un atteggiamento aperto verso la ricchezza della varietà dell’espressione culturale di altri Paesi europei.
• Adesione al Manifesto europeo delle alunne e degli alunni europei.
• Consolidamento dell’integrazione degli alunni di più paesi europei al fine dell’ arricchimento multiculturale .
• Autoespressione mediante un’ampia gamma di mezzi di comunicazione.
• Sviluppo della creatività, delle capacità espressive ed estetiche.
• Orientamento, potenziamento e recupero.

Kidslitter.jpg

METODOLOGIE USATE

• Learning by doing
• Blended learning
• Media education
• Costruttivismo e costruzionismo sociale.
• Apprendimento attivo.
• Apprendimento collaborativo.
• Interdisciplinarità.
• Lavoro di gruppo.

informationprocessing.jpg


social-media-trends-2009jess3.jpg


How_to_recycle_your_old_computer_system.jpg

Blended-Learning-Logo-v1.png


Infine...
L’impegno degli alunni più creativi ed abili nell’uso delle TIC ha influito positivamente sul coinvolgimento partecipativo dei ragazzi meno attivi e ogni alunno ha saputo autonomamente scegliere e operare nell’ambito delle attività a lui più congeniali sia esse del settore musicale, linguistico, storico-artistico o tecnologico.
Il carattere collaborativo e attivo dell’apprendimento, congiunto all’uso delle nuove tecnologie applicate alla didattica, ha favorito lo sviluppo di conoscenze e competenze in quasi tutti gli alunni della classe.
Questa attività progettuale, condivisa nella motivazione da tutti i partecipanti, ha avuto una positiva ricaduta didattica nelle discipline di Musica e Lingua Francese e nell’affezione allo studio scolastico generale. Ha sensibilizzato e orientato, gli alunni e i docenti della classe coinvolta nella nostra Scuola e gli alunni e docenti partner, verso una migliore integrazione multicultare nel quotidiano locale e in direzione transnazionale.
I blog: “Les villes d’Europe: Rome - Athènes” http://blog.eun.org/rome-athenes/ e Musica@scuola http://blog.eun.org/musica) si sono rivelati utile ai fini dell’ottimizzazione dello scambio di informazioni, materiali, comunicazioni del docente e degli alunni al docente, della pubblicazione dei risultati in itinere e finali e anche come mezzo di espressione del progetto stesso.
La collaborazione con la docente referente della Scuola greca Prof.ssa Georgia Pezou è stata sempre molto puntuale, propositiva e efficacemente collaborativa e entusiasmante.

PRODOTTI FINALI

• Blog “Les villes d’Europe: Rome - Athènes” http://blog.eun.org/rome-athenes/
Libretto “Les villes d’Europe: Rome – Athènes” ">http://blog.eun.org/rome-athenes/
• Libretto “Les villes d’Europe: Rome – Athènes”
• Mostra eTwinning 2010
• Pubblicazione lavoro intermedio e finale sul blog: Musica@scuola http://blog.eun.org/musica.

23.04.10

Johann Sebastian Bach - Classi 1 A-B-C

rappresentazione grafica di Toccata e fuga in Re min. di J.S.Bach

Toccata e fuga in Re min SYdney Town Hall


Rappresentazione grafica di "Piccola fuga"


Piccola fuga per una insolita band...

Piccola fuga di Bach all'organo

Claude Debussy - Arabesque Classi 3A B C

Rappresentazione grafica di Arabesque di C. Debussy

Arabesque di C. Debussy

Debussy - Claire de lune Classi 3A B C 2009-10

Rappresentazione grafica dello spartito musicale di Debussy: Claire de lune.
I diversi colori sono le diverse parti musicali e i segni lunghi, corti, in alto e in basso rappresentano la durata e l'altezza dei suoni.
Buon ascolto e buona visione!
Prof.ssa Mazzola :-))


22.12.09

La nuit en Italie di Rodolfo Reda 3B 09-10

Omaggio ai nostri partner greci del Gymnasio Peristeriou di Atene

16.12.09

Arturo Toscanini - Progetto Grandi Musicisti Classe 3A 2009-10

Arturo_toscanini_1232511121.jpg

Prodigiosa era la memoria di Arturo Toscanini che dirigeva ogni opera senza spartito.
A New York, per provare la sua memoria, un violoncellista cancellò una battuta di secondaria importanza . Giunti a quel punto, Toscanini fermò l’orchestra e gridò al violoncellista:
“Lei ha omesso una battuta”.
“No, maestro, -risponde l’altro _ ho eseguito tutto ciò che è scritto”
“Allora c’è un errore sullo spartito” rispose il maestro.

(Da Padovan. “Il libro che diverte”)


Aneddoti tratti da Enciclopedia Alfabetica per ragazzi Casa Editrice Francesco Vallardi Società Italiana Libraria.

03.12.09

La nuit en Italie di Giorgia Carranza 3B 08-09

Dedicato ai nostri partner ateniesi del Gymnasio Peristeriou.

28.11.09

Inno nazionale tedesco di F.J. Haydn per le classi 3A 3B 3C

inno nazionale tedesco026.jpg

Inno nazionale tedesco di F.J.Haydn da suonare e confrontare con l'originale inno imperiale di F.J.Haydn.

La nuit en Italie 3B eTwinning 2009

la nuit en italie Prosperi 3B copertina.jpg


Download file

Continue reading "La nuit en Italie 3B eTwinning 2009" »

04.11.09

Cl@sse 2.0 1A 2009/10

Cari ragazzi della 1A Cl@sse 2.0 S.M.S. G.B.Piranesi Roma,
andiamo a cominciare!!! Il nostro lavoro sarà "attraente" e innovativo.

http://www.scuola-digitale.it/classi-2-0/il-progetto/introduzione-2/

colomba al computer.bmp

Scaricate qui i documenti che dovete compilare e rispedire al mio indirizzo di posta elettronica:
1. Diario di bordo Cl@sse 2.0 quadro generale
Download file


2. Diario di bordo Musica
Download file


3. lista contatti
Download file


4. Questionario abitudini informatiche
Download file

colomba al computer.bmp


Continue reading "Cl@sse 2.0 1A 2009/10" »

16.10.09

Partono i bastimenti per terre assai lontane...

L'emigrazione italiana tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento.

Slideshow di M.R.Mazzola

Per approndire l'argomento consultare il sito
Partono i bastimenti per terre assai lontane...
http://www.seipersonaggi.110mb.com/

Presentazione Cl@ssi 2.0 S.M.S. G.B.Piranesi Roma

logoata_login.gif


 


Scarica la presentazione in formato. pps

Scarica il file


Continue reading "Presentazione Cl@ssi 2.0 S.M.S. G.B.Piranesi Roma" »

18.09.09

Il rientro a scuola

rentree%20scolaire.jpg

Buon rientro a scuola!!!

250809.jpg

acartable.gif

inscription_897.jpg

14.07.09

Aujourd'hui: le 14 Juillet en France

Le 14 juillet

Journée révolutionnaire parisienne devenue fête nationale, Le 14 juillet associe aujourd’hui la solennité des défilés militaires et la convivialité des bals et des feux d’artifice. La prise de la Bastille, le 14 juillet 1789, est commémorée en France depuis plus d’un siècle.


14juillet.photo13.jpg

14juillet.photo20.jpg

14juillet.photo24.jpeg

040017breduitpretsandstormn.gif

Menu spécial 14 juillet:

Pétoncles au citron


petoncles.poivrons.jpg


Il vous faut des noix de pétoncles fraîches

Emincez-les finement et versez du jus de citron dessus. salez poivrez et parsemez de persil ou de ciboulette.

Servez frais sur un plat bleu avec un coulis de poivrons rouges et le tour est joué !

Paris

05.07.09

Tramonto a Roma


Continue reading "Tramonto a Roma" »

21.06.09

Teatro dell'Opera di Roma - I Pagliacci


Teatro dell'Opera di Roma - I Pagliacci
Direttore musicale - Gianluigi Gelmetti
Regia di Franco Zeffirelli

maggio 09 043.jpg


Pagliacci 013.jpg


maggio 09 009.jpg

15.06.09

Esami di Stato di Licenza Media 2009

rubon13.jpg

In bocca al lupo!!

77.gif

11.06.09

Progetto eTwinning con la Grecia a.s.2008-09 Classe 2B

img069.jpg

http://blog.eun.org/rome-athenes/


Descrizione del progetto:

Il progetto didattico “Città d’Europa: Roma – Atene” si è proposto di stabilire un contatto culturale, epistolare e di apprendimento collaborativo tra alunni e docenti delle due scuole S.M.S. G.B.Piranesi di Roma Italia e 4o Gymnasio Peristeriou di Atene Grecia. L’ambiente di scambio e di pubblicazione dei materiali e dei risultati è stato il blog: Les villes d'Europe: Rome - Athènes. Prodotto finale del progetto è lo stesso blog in cui è stato possibile costruire uno spazio virtuale in cui postare espressioni artistico-musicali, racconti di tradizioni, feste, personaggi della cultura e della storia, aspetti della vita quotidiana contemporanea e storica dei due Paesi gemellati a partire dalle città di Roma e Atene. Siamo felici ed entusiasti della conoscenza e della collaborazione tra le due scuole partner e fieri del risultato raggiunto. Grazie eTwinning!

Link ai risultati del progetto:

Les villes d'Europe:Rome- Athènes http://blog.eun.org/rome-athenes/ Musica@scuola http://blog.eun.org/musica Video Automne http://www.youtube.com/watch?v=_xA4Sp5wHWI&feature=channel

Innovazione pedagogica e creatività:

L’uso delle TIC nella didattica delle discipline coinvolte, Musica e Lingua Francese, rappresenta l’approccio innovativo, sia nella formazione/insegnamento dei docenti che nell’apprendimento collaborativo da parte degli studenti. La creazione di artefatti didattici multimediali ne è l’aspetto creativo. L’uso delle nuove tecnologie nella didattica è ancora una novità, nella Scuola, che va potenziata in ogni occasione di progettualità. Gli studenti hanno risposto con entusiasmo alle attività proposte e hanno sviluppato il senso creativo, critico, estetico e di responsabilità.

Integrazione nel curriculum scolastico:

Il progetto è stato inserito nel POF della Scuola e ha fatto parte integrante dei Piani di Lavoro delle discipline coinvolte. La realizzazione, la cura e l’aggiornamento del Blog ha richiesto interventi sul processo di lavoro del progetto quasi quotidiani, in entrambe le discipline interessate.

Collaborazione fra scuole partner:

Si è stabilita, quasi immediatamente, una grande intesa tra le due scolaresche partner. I contatti tra docenti, sempre molto cordiali e affettuosi, sono stati condotti in modo asincrono (posta elettronica e commenti al blog) ma frequenti e con rapide risposte. Entrambi gli Istituti partner hanno lavorato ai medesimi aspetti del progetto: ricerca, elaborazione, traduzione, realizzazione di artefatti, pubblicazione nel blog. Gli studenti hanno partecipato attivamente, con idee spesso assai originali, e sono stati protagonisti di ogni aspetto del processo di lavoro.

Uso creativo delle TIC:

Abbiamo usato gli strumenti hardware del Laboratorio di Informatica e del Laboratorio di Musica della nostra Scuola e strumenti tecnologici personali: Pc, fotocamera, webcam, scanner, stampante, tastiera midi, ecc. Abbiamo usato la comunicazione a distanza e gli studenti hanno imparato ad usare: posta elettronica, chat in lingua veicolare, blog, Msn per lo scambio dei meta prodotti. Abbiamo usato diversi software per l’elaborazione dei video: ProShow Producer, Window Movie Maker. Software per la realizzazione di Presentazioni: Power-Point. Software per il ritocco di immagini: Paint. Software per la riproduzione audio e la conversione di file musicali.

Sostenibilità e trasferibilità:

Il progetto è trasferibile in qualsiasi grado e scuola europea e può essere utile a scolaresche di qualsiasi scuola data la pubblicazione nella rete Internet.
Prof.ssa Maria Rosa Mazzola

Continue reading "Progetto eTwinning con la Grecia a.s.2008-09 Classe 2B" »

Roma bella - Folclore del Lazio Classe 2C a.s. 2008-09

img066.jpg

La musica popolare è l’anima di un popolo. La poesia dialettale ne è l’espressione verbale. Il dialetto locale esprime le tradizioni e l’umanità della gente che ne fa uso.
Conoscere e saper apprezzare gli elementi del patrimonio folclorico locale, regionale e nazionale arricchisce la sensibilità di ognuno e ci restituisce il senso di appartenenza alla comunità di cui siamo parte.
Maneggiare le espressioni artistiche, riproducendone e rielaborandone i contenuti ci rende parti attive e proprietarie del nostro patrimonio culturale e delle nostre profonde radici.
Il progetto Roma bella della classe 2 C della S.M.S. G.B.Piranesi di Roma ha perseguito questo scopo.
Gli alunni della classe 2 C, con l’ausilio dei metodi combinati del Costruttivismo e del Costruzionismo sociale, in dinamiche alternate di lavoro di gruppo e individuale, facilitati dalle docenti di Musica (M.R.Mazzola) e di Lettere (D. Santoni), hanno percorso un coinvolgente itinerario didattico sul tema “FOLCLORE del LAZIO”. Hanno usato le TIC a partire dalla ricerca dei materiali audio/video/letterari, per continuare nella scelta ed elaborazione dei contenuti, nella realizzazione di due prodotti video Roma bella e Roma bella 2, pubblicati in rete su YouTube, e di una raccolta di contributi audio in mp3 a corredo, su supporto Cd, per giungere infine alla stesura della bozza e alla stampa definitiva di un libro usando semplici tecniche di scrittura collaborativa, di revisione e impaginazione di un testo con un Word processor.
A ciò si è aggiunta la cura dell’aspetto musicale pratico con l’orchestrazione di un saltarello e di una ballarella; l’esecuzione vocale di canti popolari del Lazio; l’esperienza dell’ascolto e della visione di contributi audiovisuali dedicati al tema oggetto della ricerca.
La semplicità dell’approccio e la curiosità di ciascuno rispetto a questi repertori ha conferito all’intero processo una pennellata di colore originale. I due metodi del Costruttivismo e del Costruzionismo sociale pongono al centro dell’attenzione l’interazione fra gli studenti, e la relazione fra gli studenti e l’oggetto di conoscenza. Il primo metodo, in particolare, si è interessato della relazione tra studente e oggetto di conoscenza, Il folclore nel Lazio, vista in termini concreti con la produzione di artefatti (libro, cd, video, esecuzioni musicali, balli folcloristici…,); il metodo del Costruzionismo sociale, invece, ha controllato la relazione tra gli studenti e la co-costruzione di una conoscenza che è derivata dal confronto delle conoscenze e dei punti di vista di tutti, studenti e docenti, impegnati in un unico processo di apprendimento collaborativo.
La bellezza delle nostre radici va difesa, rispettata e apprezzata. Ciò che si condivide e si contribuisce a tramandare alle future generazioni resta vivo nel tempo e questa è la responsabilità culturale di ciascun uomo di ogni epoca.
Maria Rosa Mazzola

IMG_6667.JPG

Pagine 164 con Cd-Rom allegato
Stampato a Roma il 27 maggio 2009

Visualizza l'e-book Roma bella

Roma bella - Folclore del Lazio

Continue reading "Roma bella - Folclore del Lazio Classe 2C a.s. 2008-09" »

07.06.09

Pianeta terra: salviamolo!!

Video, patrocinato dal Presidente della Repubblica Francese, condiviso con i nostri partner del IV Gymnasio Peristeriou di Atene.

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Camposcuola Ovindoli 2009 2C-2D 08-09

Il Parco Naturale Regionale Sirente-Velino occupa una superficie di 50.288 ettari nel cuore dell'Abruzzo, a sud di L'Aquila. Cuore geografico delle montagne d'Abruzzo, il Velino (2.487 m) e il Sirente (2.349 m) offrono a chi ne visita le valli, gli altopiani e le vette tutti i motivi d'interesse dei massicci più elevati dell'Appennino. Pareti rocciose, canyon, circhi glaciali, creste modellate dall'erosione compongono uno spettacolare ambiente di alta montagna. Faggete e praterie d'alta quota, fenomeni carsici e fioriture, la presenza del lupo, dell'aquila, del cervo e del grifone completano il quadro.
Il clima rigido - il Velino e il Sirente sono i massicci appenninici più lontani dal mare - rende possibile nel Parco la presenza di piante che vivono di norma in luoghi più freddi. Fino ai 1.000 metri circa, la vegetazione è dominata da querce, e in particolare da roverella.
Nel Parco del Sirente-Velino è stata più volte segnalata la presenza dell'orso marsicano. Tra i mammiferi gli si aggiungono il cinghiale, la volpe, il ghiro, la donnola, la martora, il gatto selvatico, la faina, lo scoiattolo, la lepre. Sicuramente presente nell'area protetta è il lupo. Tra i rapaci notturni si possono incontrare il gufo reale, il gufo comune, la civetta.

28.05.09

Tutti insieme appassionatamente

Un Manifesto delle alunne e degli alunni europei

img059.jpg


Nel dichiarare che noi alunne e noi alunni europei siamo disposti ad operare per rendere le nostre richieste una realtà, invitiamo altre forze ad unirsi a noi in questo processo.

Una Traviata dolcissima!! Delizia ... senza croce!

09.05.09

Il vostro passaggio nella nostra vita

votre passage.jpg

"Domani" a tutti gli alunni delle classi 1-2-3 A-B-C

Domani
Eccellente operazione artistica e di solidarietà nei confronti delle vittime del terremoto d' Abruzzo.
Canteremo e suoneremo questo splendido pezzo e compreremo il dvd.
Prof.ssa M.R.Mazzola

Continue reading ""Domani" a tutti gli alunni delle classi 1-2-3 A-B-C" »

02.05.09

Gli Archi Classe 3C 08-09 Accademia Nazionale di S. Cecilia Roma

benq 001.jpg


images2.jpg


images4.jpg


images6.jpg


Museo Nazionale degli Strumenti Musicali - 2B Progetto eTwinning con il IV Gymnasio Peristeriou di Atene

benq 012 modifi 2.JPG

benq 055.jpg

benq 057.jpg

benq 060.jpg

Le Musée national des instruments de musique se trouve sur la Place Sainte Croix de Jérusalem, à la gauche de la basilique.

facade-santa-croce-gerusalemme.jpg


Le musée conserve une collection unique des instruments de musique (environ 3000 pièces, dont seulement huit cent d'entre eux sont vulnérables), de l'antiquité à l'ensemble de la dix-huitième siècle. Des pièces du musée sont les fameux "Barberini harpe"

benq 161.jpg

strumenti-musicali3.gif

des outils appartenant à Benedetto Marcello et le piano de Bartolomeo Cristofori de Padoue, l ' "inventeur" de cet instrument.

benq 101.jpg

benq 100.jpg

Le musée a été créé en 1964 et se compose de plusieurs acquisitions, dont la plus remarquable collection est la collection de Monsieur Evangelista Gorga et déplacé à l'État dans 1950. Evan Gorga est né en 1865 et a été le premier interprète de Ridolfo en Bohème de Puccini au Teatro Regio de Turin en 1896. Passé - après seulement cinq ans - de sa célèbre carrière dans ce qui était sa vraie passion: la collecte. Evan Gorga avait trente collections d'éléments disparates, mais certainement la collection des instruments de musique étè la plus important. Evan Gorga est décédé en 1957 à 92 ans et dans l'extrême pauvreté. La culture italienne a, pour lui, une infinie gratitude pour avoir contribué à la préservation du patrimoine artistique et culturel qui, autrement, auraient disparu .

benq 061.jpg

benq 072.jpg

benq 080.jpg

benq 084.jpg

benq 109.jpg

benq 112.jpg

benq 074.jpg

benq 115.jpg

benq 116.jpg

benq 117.jpg

benq 119.jpg

benq 123.jpg

benq 131.jpg

benq 152.jpg

benq 174.jpg

benq 175.jpg

Le musée a également des sections pour les instruments de musique populaire du monde et d'instruments-jouets.

benq 190.jpg

benq 195.jpg

Ce musée offre l'occasion de voir comment un instrument de musique est un point de rencontre entre l'évolution technologique de la société et de l'évolution de son goût et sa culture.

Continue reading "Museo Nazionale degli Strumenti Musicali - 2B Progetto eTwinning con il IV Gymnasio Peristeriou di Atene" »

Per i nostri amici greci del IV Gymnasio Peristeriou di Atene

Mici 2008 per Atene cop.jpg


Download file.pps

Download file .mp3

La Basilica di Santa Croce in Gerusalemme 2B Progetto eTwinning con il IV Gymnasio Peristeriou di Atene

L’église Sainte Croix de Jérusalem est située à proximité du Latran, dans le Sud Est de la ville. Elle fait partie des 7 basiliques de pèlerinage de Rome. Elle abrite les reliques de Sainte Hélène, mère de l'empereur Constantin le Grand.

facade-santa-croce-gerusalemme.jpg

L'histoire de la basilique Santa Croce in Gerusalemme remonte à la période impériale, ce qui en fait l'une des églises les plus anciennes de Rome. En effet, Sainte Hélène mère de l'empereur Constantin (qui sera le premier empereur à se convertir au christianisme sur son lit de mort) avait son palais à cet emplacement. En 329, Sainte Hélène est de retour d'un pèlerinage à Jérusalem d'où elle a rapporté, entre autres, un fragment de la croix sur laquelle le Christ avait été crucifié. Elle meurt la même année et Constantin décide de transformer une partie du palais en église pour y abriter les reliques trouvées par sa mère.

reliquaire-sainte-croix-jerusalem.jpg

reliquaire-santa-croce-gerusalemme.jpg

Cette église primitive est fortement remaniée au XIIème siècle sous le pape Lucius II qui la transforme en édifice roman, dont nous pouvons encore admirer le beau campanile. Son aspect actuel date du XVIIIème siècle sous le pontificat de Benoît XIV qui fait ajouter la belle et originale façade Baroque.

La façade de l'église Sainte Croix de Jérusalem est surmontée de plusieurs statues, à gauche celle de Sainte Hélène portant la Vraie Croix, à droite l'empereur Constantin et les 4 évangélistes.

sainte-croix-jerusalem.jpg

A l'intérieur, l'église Sainte Croix de Jérusalem présente un plan à trois nefs. Les colonnes de granit que l'on voit sont encore celles de la basilique primitive, les autres ont été murées.

interieur-santa-croce-gerusalemme.jpg

On discerne néanmoins encore le plan primitif. Le sol est particulièrement beau, de style cosmatesque.

benq 028.jpg

Dans le cœur, une magnifique fresque de la fin du XVème siècle illustre la découverte de la vraie croix par Sainte Hélène, représentée sous forme de bande dessinée.

fresque-sainte-croix-jerusalem.jpg

benq 016.jpg

benq 019.jpg

benq 042.jpg

benq 052.jpg

benq 009.jpg

Continue reading "La Basilica di Santa Croce in Gerusalemme 2B Progetto eTwinning con il IV Gymnasio Peristeriou di Atene" »

21.04.09

Bach Badinerie dalla Suite n.2 Bwv1067

mariarosa.mazzola@istruzione.it

05.04.09

Arpa - Accademia Nazionale di S. Cecilia Roma Classe 2C 2008-09

aprile 2009 156.jpg

Roma, Teatro Studio Parco della Musica 02 aprile 2009
Classe 2C Prof.sse M.R.Mazzola - D. Santoni

28.03.09

Khachaturian - Sabre dance

Continue reading "Khachaturian - Sabre dance" »

Inverno

Continue reading "Inverno" »

12.03.09

La potenza della musica

E' stato davvero un violista... sfortunato!!!

Camposcuola Policoro (MT) Classe 2A 08-09

Camposcuola Policoro (MT) 23-27 febbraio 2009
Classe 2A S.M.S. G.B.Piranesi Roma - S.M.S Largo Castelseprio Roma - S.M.S. Pintor Roma
Docenti: M.R.Mazzola - M. Kurschinski
Struttura ospitante: Circolo Velico Lucano


Continue reading "Camposcuola Policoro (MT) Classe 2A 08-09" »

10.03.09

...e non mi venite a dire più che è... "difficile"!

A tutti i miei alunni tastieristi:

09.03.09

Fantasia 2000 di Walt Disney Classi 1A - B- C

fantasia2.jpg

Fantasia 2000, Walt Disney (1999). Film di animazione; registi vari. Con la partecipazione di Roy Disney, Steve Martin, Quincy Jones, Bette Midler, James Earl Jones, Penn & Teller, Angela Lansbury. Musiche di Beethoven, Respighi, Gershwin, Shostakovic, Saint Saens, Dukas, Elgar, Stravinskij. Orchestra Sinfonica di Chicago, direttore James Levine; Itzhak Perlman violino, Ralph Grierson pianoforte (per Gershwin), Yefim Bronfman pianoforte (per Shostakovic).
Durata film: 72 minuti

Aria_06.jpg

fantasia1.jpg

DISNEY-YOYO-LITHO.jpg

fantasia5.jpg

fantas2.jpg

fantasia_2000.jpg

fantas1.jpg

Continue reading "Fantasia 2000 di Walt Disney Classi 1A - B- C " »

Amadeus di Milos Forman Classi 3 A-B-C

amadeus.jpg

Forman Amadeus2 (49).jpg
Un film di Milos Forman
USA, 1984, 158 minuti, Colore
Prodotto da The Saul Zaentz Company
Distribuito da Medusa Film
Oscar - Miglior Attore Protagonista, Oscar - Migliori Costumi di Scena, Oscar - Miglior Regista, Oscar - Miglior Make-up, Oscar - Migliore Sceneggiatura Non Originale, Golden Globe - Miglior Film Drammatico, Golden Globe - Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico, Golden Globe - Miglior Regista, Golden Globe - Migliore Sceneggiatura, BAFTA - Migliore Fotografia, BAFTA - Miglior Montaggio, BAFTA - Miglior Sonoro, BAFTA - Miglior Make-up, David di Donatello - Miglior Film Straniero, César - Miglior Film Straniero, Nastro d'Argento - Miglior Film Straniero, David di Donatello - Miglior Regista Straniero, David di Donatello - Miglior Attore Straniero, Nastro d'Argento - Miglior Attore Straniero
• F. Murray Abraham nel ruolo di Antonio Salieri
• Tom Hulce nel ruolo di Wolfgang Amadeus Mozart
• Elizabeth Berridge nel ruolo di Costanza Mozart
• Roy Dotrice nel ruolo di Leopold Mozart
• Simon Callow nel ruolo di Emanuel Schikaneder
• Christine Ebersole nel ruolo di Katerina Cavalieri
• Jeffrey Jones nel ruolo di L'imperatore Giuseppe II
• Vincent Schiavelli nel ruolo di Il Valletto di Salieri

Continue reading "Amadeus di Milos Forman Classi 3 A-B-C" »

Camille Saint-Saens "Il carnevale degli animali" delle classi 1A 1B 1C 08-09

carnevale degli animali 012.jpg

SCARICA il file mp3 "Aquarium" de "Il carnevale degli animali"
flautista.gif

Download file

carnevale degli animali 042.jpg

carnevale degli animali 046.jpg

carnevale degli animali 044.jpg

IMG_5364.JPG

IMG_5362.JPG

IMG_5365.JPG

"Danza macabra" di Camille Saint-Saens per le classi 3A-B-C 08-09

Poema sinfonico composto nel 1874 ispirato ad un poema letterario del poeta Henri Cazalis sulla danza dei trapassati nel giorno dei defunti.

img123102.jpg

img123101.jpg

La musica rispecchia fedelmente le azioni suggerite dai versi.

img123100.jpg

Camille Saint -Saens


SaintSaens.jpg


Danza macabra - affresco del 1539 di Simone II Baschenis. Chiesa cimiteriale di S. Vigilio in Pinzolo (Trento).

danza3 affresco siciliano 1360 circa.gif


SCARICA il file mp3 "Danza macabra"
flautista.gif
Download file

La Musica come linguaggio espressivo classi 3A-B-C 08-09

Sensazioni fisiche e sensazioni emotive

img123099.jpg

La costruzione del discorso musicale e le risposte fisico-emotive

img123098.jpg

Continue reading "La Musica come linguaggio espressivo classi 3A-B-C 08-09" »

Woman in Art

Musica: J.S.Bach - Sarabanda dalla Suite in sol Magg. n.1, BWV1007 per violoncello solo. Solista Yo-Yo Ma

21.02.09

Classe 3A 2008-09 Concerto Ottoni S. Cecilia

mariarosa.mazzola@istruzione.itIMG_0555.JPG

Classe 3A 2008-09, davanti da sinistra Prof.ssa Maria Rosa Mazzola (Musica), M.° Antonio Ruggeri (Tromba), M.°Luca Agus (Corno), M.° Maurizio Persia (Trombone e presentatore), M.°Augusto Mentuccia (Bassotuba), M.° Agostino Spera (Trombone), Prof.ssa Margherita Kurschinski (Matematica e Scienze).

Ringraziamo calorosamente i Maestri M. Persia, A.Spera, A. Ruggeri, A.Mentuccia, L. Agus, il Responsabile del settore Education M.° G. Mazzarese e L. La Fauci, dello staff Education, per lo splendido concerto che ci hanno dedicato e per l'occasione, assai rara, di potere provare gli strumenti in una vera e propria palestra musicale!!
A presto!!...
La classe 3A e i Proff. Mazzola e Kurschinski

Continue reading "Classe 3A 2008-09 Concerto Ottoni S. Cecilia " »

Alcuni momenti del Concerto Ottoni del 28 gennaio 2009

IMG_0517.JPG

IMG_0547.JPG

IMG_0543.JPG

IMG_0550.JPG

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Continue reading "Alcuni momenti del Concerto Ottoni del 28 gennaio 2009" »

Classe 2A a S. Cecilia Ottoni 28 gennaio 2008

2A Mod.JPG


Classe 2A 2008-09, davanti da sinistra Loredana La Fauci (Staff Education S. Cecilia), Prof.ssa Maria Rosa Mazzola (Musica), M.° Antonio Ruggeri (Tromba), M.°Luca Agus (Corno), M.° Maurizio Persia (Trombone e presentatore), M.°Augusto Mentuccia (Bassotuba), M.° Agostino Spera (Trombone), Prof.ssa Margherita Kurschinski (Matematica e Scienze).

Continue reading "Classe 2A a S. Cecilia Ottoni 28 gennaio 2008" »

24.01.09

Gli ottoni classi 3A e 2A

ottoni300.gif

ottoni

Concerto degli ottoni di S. Cecilia del 28 gennaio 2009, ore 11,30 Teatro Studio - Parco della Musica
Classi 2A e 3A Piranesi
Approfondimento:
Classificazione degli strumenti musicali:
aerofoni (ottoni- legni- a serbatoio d'aria...)
cordofoni
membranofoni
idiofoni
elettrofoni

L'organico di una orchestra sinfonica e lirica
L'organico di una orchestra di musica leggera
L'organico di una banda musicale
L'organico di una jazz band
L'organico di un quartetto o quintetto brass
Prof.ssa Mazzola

"IL mondo delle cose senza nome" Classe 1C

"Il mondo delle cose senza nome" per la classe 1C Piranesi
ecco le informazioni relative allo spettacolo che abbiamo visto il 10 ottobre 2008 al Teatro dell'Opera di Roma/Teatro Nazionale

il_mondo_delle_cose_senza_nome_img_spettacolo_oriz.jpg

"Il mondo delle cose senza nome"
Opera trata dall'omonimo libro di Daniela Rossi
adattamento: Anna Rita Chierici

Regia Nello Ciofi
Scene Michele Della Cioppa
Costumi Anna Biagiotti
Coreografia Riccardo Di Cosmo
Disegno luci Patrizio Maggi

Spettacolo di musica, prosa e danza ispirato al libro-denuncia di Daniela Rossi due volte vincitore del Premio Anima
Una voce in scena. Sette danzatori. Note registrate e dal vivo con piano e percussioni. Proiezioni video e l’emozione di una storia intensa, dura, raccontata con diversi linguaggi artistici.
Una voce in scena. Sette danzatori. Musica registrata e dal vivo. Proiezioni video e l’emozione di una storia intensa, dura, raccontata con diversi linguaggi artistici. Ritorna Il mondo delle cose senza nome, spettacolo di note, prosa e ballo tratto dal libro omonimo di Daniela Rossi che ha vinto nel 2005 il Premio Anima, attribuito a opere culturali particolarmente attente alle parti più fragili della società. Il libro è il racconto-confessione di una madre che scopre forme non convenzionali di comunicazione con il figlio avvolto fin dalla nascita in un mondo senza suoni, scontando solitudini e incomprensioni nell’ambiente famigliare e medico: «Più di un anno siamo andati avanti, io e il mondo, prima di scoprire il muro di vetro che ti circondava... Voglio offrirti il futuro tutto intero e non essere io, che per tutta la vita ho preteso libertà, a prenotarti un posto al circolo sordomuti».
Bye, Prof.ssa Mazzola

La Somnambule di F. Hérold Classe 3A

Alla Classe 3A Piranesi:
200px-Ferdinand_Herold_-Lithograph_by_Louis_Dupre.jpg

Ferdinand Hérold

A voi le notizie relative allo spettacolo "La Somnambule" che abbiamo visto all'Opera di Roma/ Teatro Nazionale il 13 novembre 2008:
Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma
Coreografia Jean-Yves Lormeau
Direttore d’orchestra Benedetto Montebello
Scene e costumi Elena Puliti

Balletto in tre atti Libretto di Eugène Scribe e Jean Pierre Aumer
Musica di Ferdinand Hérold

la_somnambule_img_spettacolo_oriz.jpg


Ambientato in un villaggio della Provenza dove la protagonista, presentandosi in camicia da notte nella camera degli ospiti della locanda, è ripudiata pubblicamente dal suo fidanzato, ebbe la sua prima rappresentazione con le coreografie di Pierre Aumer all’Opéra di Parigi il 19 settembre 1827, interpretato da Montessu, Legallois e Feridinand. Il successo del balletto fu talmente clamoroso da spingere Bellini soltanto quattro anni dopo a comporre il suo melodramma in due atti La sonnambula basandosi sullo stesso soggetto.

Ciao, ciao
Prof. ssa Mazzola

Il video dello spettacolo

L'Orchestra racconta Prokofiev

Prokofiev.jpg

L'Orchestra racconta Prokofiev per gli alunni delle classi 1B e 2 B Piranesi:
elementi di ricerca propedeutici al Concerto del 4 febbraio 2009, ore 11, Sala S. Cecilia dell'Auditorium Parco della Musica:
- S. Prokofiev
- Concerto n. 1 per violino e orchestra in Re magg. op.19
- Il luogotenente Kije (suite dalle musiche per il film omonimo)
- Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia Roma
- Direttore Carlo Rizzari
- Violinista Carlo Parazzoli
- Auditorium Parco della Musica Roma

L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia al completo vi dedica questa
straordinaria lezione‐concerto su due affascinanti capolavori di Prokofiev: Il Concerto n. 1 per
Violino ed Orchestra in Re Maggiore op. 19 (1° movimento) e la suite dalle musiche per il film Il
Luogotenente Kije. Più di cento strumentisti vi offriranno la loro Arte guidati dal Direttore
d’Orchestra che oltre a dirigere spiegherà come sono fatti i brani e come ascoltarli. Un modo
divertente per entrare nel mondo della musica classica, conoscendone da vicino tutte le sue
affascinanti sfaccettature e un omaggio a Prokofiev, indiscusso pilastro della storia della musica
del Novecento.
Va bene?
Prof.ssa Mazzola

Sergei_Prokofiev_03.jpg

Sergei Prokofiev

pierino e il lupo op 67.jpg

una pagina dell'opera "Pierino e il lupo op.67"


Alcuni momenti del Concerto del 4 febbraio 2009

DSCN0199.JPG

DSCN0200.JPG

DSCN0223.JPG

DSCN0231.JPG


11.01.09

R. Wagner - I Maestri Cantori di Norimberga Classi 3 A,B,C

Continue reading "R. Wagner - I Maestri Cantori di Norimberga Classi 3 A,B,C" »

Giovanni Bonaventura Viviani Sonata n.1 in Do Magg per Tromba e Organo Classi 2A B C

Continue reading "Giovanni Bonaventura Viviani Sonata n.1 in Do Magg per Tromba e Organo Classi 2A B C" »

Meeting France 2008 Nemours - Fontainebleau - Paris 2008 "All Different, All Unique" 5-9 December 2008


mariarosa.mazzola@istruzione.it

Continue reading "Meeting France 2008 Nemours - Fontainebleau - Paris 2008 "All Different, All Unique" 5-9 December 2008" »

28.12.08

Buon Natale

natale.gif

Invito i miei alunni della classe 2B e tutti gli alunni della S.M.S. G.B.Piranesi a seguire il Blog Les villes d'Europe:Rome- Athenès
http://blog.eun.org/rome-athenes/
Blog pubblico di eTwinning in partenariato con la Scuola di Atene 4° Gymnasio Peristeriou.

Auguri di Buon Natale a tutti,
Prof.ssa Mazzola

mariarosa.mazzola@istruzione.it

In The Mood

Albero%20di%20Natale2.gif

Download file

Continue reading "In The Mood" »

24.12.08

Buon Natale!!

Cartolina di Natale 2008.jpg

Download file

Continue reading "Buon Natale!!" »

Auguri di Buon Anno 2009 a tutti

Cartolina di Natale 08.jpg

Download file

Continue reading "Auguri di Buon Anno 2009 a tutti" »

22.11.08

Progetto eTwinning Città d'Europa: Roma-Atene - Classe 2B 2008-09

img567002.jpg

http://blog.eun.org/rome-athenes/

Scarica la presentazione del progetto in pps
Download file.pps

Continue reading "Progetto eTwinning Città d'Europa: Roma-Atene - Classe 2B 2008-09" »

Barcarolo romano - Classe 2C 2008-09

CastelSantAngeloByRoeslerFranz.jpg

Download file mp3

img123013.jpg

Continue reading "Barcarolo romano - Classe 2C 2008-09" »

Calendario S.M.S. G.B.Piranesi 2009

calendario 2009 Piranesi.JPG

08.11.08

"Barcelona" - Freddie Mercury e Montserrat Cabaillé

Continue reading ""Barcelona" - Freddie Mercury e Montserrat Cabaillé" »

24.10.08

Over the rainbow Spartito per le classi 3 A-B-C

Over the rainbow H. Harlen.jpg

Continue reading "Over the rainbow Spartito per le classi 3 A-B-C" »

16.10.08

Adiemus di K. Jenkins video Enya

Continue reading "Adiemus di K. Jenkins video Enya" »

Adiemus mp3 Karl Jenkins Classi 2A-B 2008-09

flautista.gif<


Download file

Continue reading "Adiemus mp3 Karl Jenkins Classi 2A-B 2008-09" »

Base musicale Over the rainbow mp3 Classi 2A-B e 3A-B-C 2008-09

flautista.gif<

Download file

Continue reading "Base musicale Over the rainbow mp3 Classi 2A-B e 3A-B-C 2008-09" »

Over the rainbow Israel Kamakawiwo'ole per le classi 2 A-B-C

Continue reading "Over the rainbow Israel Kamakawiwo'ole per le classi 2 A-B-C" »

04.10.08

Isnello (PA)

Continue reading "Isnello (PA)" »

Pizzo Cervi - Isnello - Parco delle Madonie (PA)

Continue reading "Pizzo Cervi - Isnello - Parco delle Madonie (PA)" »

03.10.08

Roma bella

Continue reading "Roma bella" »

Quacella - Abiens Nebrodensis - Parco delle Madonie (PA)

Continue reading "Quacella - Abiens Nebrodensis - Parco delle Madonie (PA)" »

Alba alla Molara

Continue reading "Alba alla Molara" »

07.06.08

eTwinning 2008 - slogan classe 3A 2008

9.jpg

Continue reading "eTwinning 2008 - slogan classe 3A 2008" »

eTwinning 2008 - jingle etwinning 3B

8.jpg

Continue reading "eTwinning 2008 - jingle etwinning 3B" »

Etwinning 2008 mostra G.B.Piranesi

3.jpg

Continue reading "Etwinning 2008 mostra G.B.Piranesi" »

27.05.08

Invito Concerto Musicando Insieme Scuole Aperte

Invito Musica concerto av.jpg

Programma Concerto Musicando Insieme

Invito Musica concerto int.jpg

22.05.08

Invito "Musica di ...Seconda classe"

Invito Musica di seconda classe.jpg

Continue reading "Invito "Musica di ...Seconda classe"" »

Invito "Musica di... Seconda classe"

Invito Musica di seconda classe int.jpg

Continue reading "Invito "Musica di... Seconda classe"" »

26.04.08

Progetto eTwinning "Piazza Europa"

Piazza Europa Roma Tavira eTwinning1 cop.jpg

Un caro saluto alla Prof.ssa Rita Faleiro Azevedo e agli alunni della Scuola Dom Paio Peres Correia di Tavira

Classi 3A – 3B a. s. 2007-08
Prof.ssa Maria Rosa Mazzola e
Prof.ssa Anna Maria Pansini

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Continue reading "Progetto eTwinning "Piazza Europa"" »

25.04.08

M.R.Mazzola "I tre Musici" mp3

flautista.gif<
picasso, tre musici chit.jpg

Download file

"I tre musici" di M.R.Mazzola

Continue reading "M.R.Mazzola "I tre Musici" mp3" »

M.R.Mazzola "I tre Musici" Partitura pag.1

M.R.Mazzola I tre Musici pag 1  partitura.JPG

"I tre musici" di M.R.Mazzola
Partitura pag.1/9
Roma 15/02/2008

Continue reading "M.R.Mazzola "I tre Musici" Partitura pag.1" »

Scuole Aperte - Musicando Insieme - Buongiorno principessa di N. Piovani da La vita è bella

flautista.gif<


Download file
Brano del Concerto Musicando Insieme - Scuole Aperte

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Scuole Aperte - Musicando Insieme- C'era una volta il West di E. Morricone

flautista.gif<


Download file
Brano del Concerto Musicando Insieme - Scuole Aperte

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Scuole Aperte - Musicando Insieme- la vita è bella colonna sonora del film

flautista.gif<


Download file

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Scuole Aperte - Musicando Insieme- When you believe

flautista.gif<

Download file
Brano del Concerto Musicando Insieme - Scuole Aperte

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Scuole Aperte - Musicando Insieme- testo When you believe

flautista.gif<


Download file
Brano del Concerto Musicando Insieme - Scuole Aperte

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Scuole Aperte- Potenziamento delle Attività di Ascolto e studio della Musica Sarah Brightman - I Don't Know How To Love Him (Jesus Christ Superstar)

flautista.gif<

Download file

Brano del Concerto Musicando Insieme - Scuole Aperte

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Navicella avventura nel tempo

navicella avventura nel tempo.JPG

File per la ricostruzione tridimensionale della nostra navicella per Andrea Trasciatti classe 2A.
Consegna 30 aprile 2008.
Buon Lavoro!
Prof.ssa M.R.Mazzola

mariarosa.mazzola@istruzione.it

Navicella del tempo Classe 2A Avventura nel tempo

weird01.gif

File per la ricostruzione tridimensionale della nostra navicella per Andrea Trasciatti classe 2A.
Consegna 30 aprile 2008.
Buon Lavoro!
Prof.ssa M.R.Mazzola

mariarosa.mazzola@istruzione.it

03.04.08

N. Piovani La vita è bella a 4 voci "Musicando Insieme"

flautista.gif<


Download file

Continue reading "N. Piovani La vita è bella a 4 voci "Musicando Insieme"" »

26.02.08

Pisa XVI° Biennale del Cinema e della Multimedialità dei Ragazzi 2006

Pisa XVI Biennale del cinema e della multimedialità.jpg

Continue reading "Pisa XVI° Biennale del Cinema e della Multimedialità dei Ragazzi 2006" »

Rimini 3° Scuola Musicafestival La Mer di Debussy

Rimini 02-03 la mer.jpg

a.s.2002-03
I° Premio 3° Scuola Musicafestival 2003 Rimini Fiera Disma Music Show
Classe 3A La mer di Claude Debussy

musicando insieme10 2003017.jpg

scuola musica festival 2003007.jpg

L'orchestra del 3° Scuola Musica Festival diretta da J. Perez Forte

pooh 2003023.jpg

Con Maria Teresa Ruta e i Pooh, tutti a cantare: Chi fermerà la Musica!

musicando insieme13 2003020.jpg

Distrutti...dall'entusiamo! I Premio Ricerca!

Continue reading "Rimini 3° Scuola Musicafestival La Mer di Debussy" »

16.02.08

Regole di vita musicale di Robert Schumann pps

flautista.gif

Download file

Scarica quì la copertina CD "Regole di vita musicale di Robert Schumann"

Download file

Scarica in questo sito la colonna sonora del Cd "Sinf. n.3 - Renana" di Schumann

Continue reading "Regole di vita musicale di Robert Schumann pps" »

30.01.08

Aretha Franklin "Think" Artinscena sigla di chiusura Classi 3A-B-C

flautista.gif

Download file

Continue reading "Aretha Franklin "Think" Artinscena sigla di chiusura Classi 3A-B-C" »

Ella Fitzgerald "At last" Artinscena Classi 3A-B-C

flautista.gif

Download file

Continue reading "Ella Fitzgerald "At last" Artinscena Classi 3A-B-C" »

A. Schoenberg "Phantasy for Violin and Piano" Artinscena Classi 3A-B-C-

flautista.gif

Download file

Continue reading "A. Schoenberg "Phantasy for Violin and Piano" Artinscena Classi 3A-B-C-" »

Luciano Berio "Sequenza per flauto solo" Artinscena Classi 3A-B-C 2007-08

flautista.gif

Download file

Arthur Honegger "Pacific 231" Artinscena Classi 3A-B-C

flautista.gif


Download file

Continue reading "Arthur Honegger "Pacific 231" Artinscena Classi 3A-B-C" »

I. Stravinskij "Chanson russe" Artinscena Classi 3 A-B-C

flautista.gif

Download file

Continue reading "I. Stravinskij "Chanson russe" Artinscena Classi 3 A-B-C" »

Filippo Tommaso Marinetti La battaglia di Tripoli Artinscena Classi 3A-B-C

flautista.gif


Download file

Continue reading "Filippo Tommaso Marinetti La battaglia di Tripoli Artinscena Classi 3A-B-C" »

Arutunian Concerto per Tromba e Orch 3 tempo Classi 3A-B-C Artinscena

flautista.gif

Download file

25.01.08

Compositori Artinscena

Artinscena compositori.jpg

Continue reading "Compositori Artinscena" »

Claude Debussy "Suite Bergamasque" V.no David Oistrakh

flautista.gif<


Download file

Continue reading "Claude Debussy "Suite Bergamasque" V.no David Oistrakh" »

Claude Debussy "Reflects dans l'eau" Artinscena scena 2a

flautista.gif<


Download file

Continue reading "Claude Debussy "Reflects dans l'eau" Artinscena scena 2a" »

Spettacolo Artinscena "Entrance" Classi 3 ABC

flautista.gif<


Download file

Continue reading "Spettacolo Artinscena "Entrance" Classi 3 ABC" »

Praga (Compositori cechi) Classe 3A

pragau.jpg

Continue reading "Praga (Compositori cechi) Classe 3A" »

File Mp3 Stabat Mater di Z. Kodàly Classe 2A

flautista.gif<


Download file

Continue reading "File Mp3 Stabat Mater di Z. Kodàly Classe 2A" »

Stabat Mater di Zoltan Kodàly Classe 2A

Stabat mater Kodàly.JPG

Continue reading "Stabat Mater di Zoltan Kodàly Classe 2A" »

File ppt quadri Artinscena Classi 3 A-B-C

flautista.gif<


Download file

Continue reading "File ppt quadri Artinscena Classi 3 A-B-C" »

Quadri Artinscena Classi 3 A-B-C

Artinscena quadri.jpg

Continue reading "Quadri Artinscena Classi 3 A-B-C" »

18.01.08

Picasso "I tre musici" con violino Artinscena Classi 3 A.B.C

Picasso i tre musici viol.jpg

Continue reading "Picasso "I tre musici" con violino Artinscena Classi 3 A.B.C" »

A. Schoenberg "Vision rouge" Classi 3 A.B.C Artinscena

schoenberg vision rouge.jpg

Continue reading "A. Schoenberg "Vision rouge" Classi 3 A.B.C Artinscena" »

17.01.08

"Se questo è un uomo" Classi 3A -3B- 3C Artinscena

flautista.gif


Download file

Continue reading ""Se questo è un uomo" Classi 3A -3B- 3C Artinscena" »

19.12.07

L'albero di Natale del Rockefeller Center di New York per le classi 1A -1C e 1B

natale-rockfellercenter.jpg

450px-Rockefeller_Center_christmas_tree.jpg

Continue reading "L'albero di Natale del Rockefeller Center di New York per le classi 1A -1C e 1B" »

15.12.07

Presentazione Progetto "Piazza Europa" per le classi 3A-B 2007-08

flautista.gifPiazza Europa etwinning.jpg

Download file

Continue reading "Presentazione Progetto "Piazza Europa" per le classi 3A-B 2007-08" »

Presentazione Progetto "Artinscena: Musica e Immagini verso il '900" per le classi 3A-B-C

flautista.gifArtinscena.jpg

Download file

Continue reading "Presentazione Progetto "Artinscena: Musica e Immagini verso il '900" per le classi 3A-B-C" »

01.12.07

Presentazione Progetto Comenius Medi@Mus 2007

Download file

Continue reading "Presentazione Progetto Comenius Medi@Mus 2007" »

Schumann materiali per la classe 2C

13b_robert-schumann-haus_traeumerei_1983.jpg


cschumann1.jpg

Continue reading "Schumann materiali per la classe 2C" »

Robert e Clara Schumann

SchumannRobertWieckClara.jpg

Continue reading "Robert e Clara Schumann" »

R. Schumann Three romance op.94 for flute and piano

Download file

Continue reading "R. Schumann Three romance op.94 for flute and piano" »

R. Schumann Concerto per pianoforte e orchestra

Download file

Continue reading "R. Schumann Concerto per pianoforte e orchestra" »

Mp3 R.Schumann Sinfonia n.3 "Renana" I° Mov.

Download file

Continue reading "Mp3 R.Schumann Sinfonia n.3 "Renana" I° Mov." »

Regole di vita musicale di R. Schumann materiali classe 2C 2007-08

Download file

Continue reading "Regole di vita musicale di R. Schumann materiali classe 2C 2007-08" »

02.11.07

Concerto 10 giugno 2004 Programma

concerto 10 giugno 2004.JPG

Continue reading "Concerto 10 giugno 2004 Programma" »

Concorso scuola sound's good! 2° Edizione Comitato d'onore

Download file

Continue reading "Concorso scuola sound's good! 2° Edizione Comitato d'onore" »

Concorso Scuola sound's good! 2003 Giuria

Download file

Continue reading "Concorso Scuola sound's good! 2003 Giuria" »

27.10.07

La fontana dei Fiumi. Piazza Navona...danza e suona!

font.dei fiumi 1° Premio  XVI° Biennale di Pisa 06.jpg

Continue reading "La fontana dei Fiumi. Piazza Navona...danza e suona!" »

21.10.07

Jingle etwinning spartito

jingle eTwinning.JPG

Continue reading "Jingle etwinning spartito" »

slogan etwinning .pps classe 3A 2007-08

Download file

Continue reading "slogan etwinning .pps classe 3A 2007-08" »

slogan etwinning colonna musicale

mariarosa.mazzola@istruzione.it
Download file

Continue reading "slogan etwinning colonna musicale" »

18.10.07

Musicando Insieme Programma concerto 07-05-07

Concerto salone scuola 7-05-07 int.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Programma concerto 07-05-07" »

Musicando Insieme Concerto 07-05-07

Concerto salone scuola 7-05-07 est.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Concerto 07-05-07" »

Musicando Insieme programma concorso Scuola... sound's good!

programma Scuola sound good.JPG

Continue reading "Musicando Insieme programma concorso Scuola... sound's good!" »

Musicando Insieme concerto 24 e 29 -05-04

concerto 24 e29 gennaio 2004.JPG

Continue reading "Musicando Insieme concerto 24 e 29 -05-04" »

Musicando Insieme Programma concerto 17-05-06

Concerto scuola  17-05-06 int.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Programma concerto 17-05-06" »

Musicando Insieme Concerto 17-05-06

Concerto scuola  17-05-06 est.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Concerto 17-05-06" »

Musicando Insieme Programma concerto Piazza Navona 06

conc P.zza Navona 22-4-06 int.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Programma concerto Piazza Navona 06" »

Musicando Insieme Concerto 22-04-2006

conc P.zza Navona 22-4-06 est.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Concerto 22-04-2006" »

Musicando Insieme Programma concerto 28-05-03

concerto fine anno 2003 int.JPG

Continue reading "Musicando Insieme Programma concerto 28-05-03" »

Musicando Insieme Concerto 28-05-2003

concerto fine anno 2003 est.JPG


ringraziamenti musicando insieme 2003009.jpg

Grazie a voi, ragazzi!
Prof.ssa M.R.Mazzola

Continue reading "Musicando Insieme Concerto 28-05-2003" »

"Musicando insieme" all'Auditorium Parco della Musica di Roma

Audit Parco della musica  aprile 03 Gruppo Musicando Insieme.JPG
a.s.2002-03

25 maggio 2003 Sala S.Cecilia Direttore Musicale Prof.ssa Maria Rosa Mazzola
Programma: J.S.Bach: Invenzione a 2 voci
Scuola... sound's good!

****************************************

Selezione preliminare IX Distretto Scolastico 12-15 maggio 2003

musicando insieme2 2003009.jpg

musicando insieme5 2003012.jpg

musicando insieme6 2003013.jpg

musicando insieme11 2003018.jpg

**************************************************

Le prove a scuola

musicando insieme3 2003010.jpg

musicando insieme 2003008.jpg

Continue reading ""Musicando insieme" all'Auditorium Parco della Musica di Roma" »

17.10.07

Italia Inghilterra e Germania

mariarosa.mazzola@istruzione.itDownload file

Continue reading "Italia Inghilterra e Germania" »

"Musicando Insieme" Concorso Insieme per suonare Siem

03 conc. SIEM fascia di bronzo gruppo Musicando insieme.JPG

11 4 2003032.jpg

11 4 2003 3034.jpg

11 4 2003 2033.jpg

5 2003029.jpg

4 2003028.jpg

7 2003031.jpg

a.s.2002-03
11aprile 2003 Siem Fascia di Bronzo
Programma:
J.S.Bach: Invenzione a 2 voci
S. Heller: studio per pianoforte n.2 in Do magg. op.47 ( trascrizione M.R.Mazzola)
J. Offenbach: Barcarola
N. Piovani: Buongiorno Principessa ( trascrizione M.R.Mazzola)
mariarosa.mazzola@istruzione.it

Continue reading ""Musicando Insieme" Concorso Insieme per suonare Siem" »

Pubblicazione Adotta un monumento 2005-2007

pubblicazione adotta un mon 05- 07.JPG

Continue reading "Pubblicazione Adotta un monumento 2005-2007" »

Piranesi - Adotta un monumento pag 186

adot un mon pag 186.JPG

Continue reading "Piranesi - Adotta un monumento pag 186" »

progetto eTwinning "Media e Musica"

eTwinning_label.gif
Download file

Continue reading "progetto eTwinning "Media e Musica"" »